6 Dic. ’20 Dio diventerà più grande

Bollettino cosmico per gli avanguardisti.

Le Anime antiche, che si sono incarnate in varie ondate nel secolo scorso, si sono oramai attivate. Possono avere nomi diversi, tradizioni o riti diversi ma sono tutti perfettamente allineati e il messaggio che trasmettono è lo stesso.

Fari, rocce, guide, date “loro” tutti i nomi che volete, sbizzarritevi con il potere evocativo della parola ma riconoscete di esserlo, se “lo siete”. Bel salto carpiato vero? Dal riconoscimento esterno a quello interno. Facile seguire, difficile guidare … già! E ora?

Forza guerrieri Viaggiatori, sono gli ultimi passi nel deserto!

Lo avete attraversato quasi tutto, anzi, fermiamoci qui un attimo.

Pensate al 6 dicembre 2019. Eravate allo stesso livello di ora? … l’idea del deserto attraversato fin qui comincia ad apparire. Pensate anche, lo scorso anno avrei potuto parlare di quello che sento vero, con la certezza di esser compreso/a? … siete in compagnia vedete, anche gli altri lo stanno attraversando ed erano accanto a voi durante le tempeste di sabbia. Non si vede nulla durante una tempesta di sabbia, ogni granello sferza la pelle e si può avanzare solo col capo abbassato.

Ma son tutti lì, gli uni accanto agli altri.

L’Anima antica però sa come orientarsi e ogni tanto guarda attraverso il velo.

Accade così che la sua stessa esperienza lo troverà alla testa di un gruppo, semplicemente come chi ha l’esplorazione nel sangue, saranno in grado di indicare: per di qua!

Il libero arbitrio vi darà l’opportunità di scegliere, starsene in silenzio o dire agli altri, hei! di qua è migliore il passaggio …

Dio diventerà più grande, stiamo arrivando al momento in cui la verità emergerà perché una grandezza maggiore non potrà più essere nascosta.

Amate Anime antiche, se avete scelto di donarvi come condottieri dovete cominciare.

Dall’astratto dovremo trasportare il Dio più grande nella quotidianità. Ora guardate a voi stessi, quanti deserti avete attraversato da soli nella vostra vita? Illusione.

Nessuno è mai stato solo, tutto ha avuto il giusto Tempo Divino e presto vedremo il pezzo mancante ma voi, Anime antiche, lo avete sempre saputo e siete qui per questo.

Scoprire che Babbo Natale è in realtà papà/mamma ha causato una cesura in molti, la rottura del mondo “magico” ha svelato l’amore diretto dei genitori tanto che molti, si aspettano ancora il regalo da papà/mamma a Natale anche se hanno 50 anni.

La versione del racconto per bambini, o i piccoli, sta per essere aggiornata.

I piccoli sono stati molto cari ai Maestri e Uno di loro ha detto “guai a chi scandalizza i piccoli”. Chi sono i piccoli?

Certo i bambini innanzi tutto ma lo sono anche le Anime giovani, gli innocenti che vengono travolti da menzogne, ingiustizie e crudeltà.

In Africa dicono che ci vuole un villaggio intero per crescere un Uomo, ecco allora cosa deve accadere, che le Anime antiche si sollevino a proteggere i piccoli, creando per loro la via e il luogo sicuro di arrivo.

Attenti alla potenza delle parole Anime antiche, non cedete alla trappola della separazione!

“Io te lo avevo detto” vi separerà, “io partecipo con passione alla tua crescita” vi darà la propulsione invece.

Notato qualcosa?

“io partecipo con passione alla tua crescita”

Con passione – Compassione. Insieme verso il meglio.

Sfruttate l’eclissi di Sole del 14 Anime antiche, vi verranno dati i codici di comunicazione.

Trovate la vostra espressione (talento) e accogliete i primi Viaggiatori, ci sono villaggi da costruire ovunque, perché i bambini che stanno arrivando saranno gli uomini di Cristallo che cresceremo.

Qualcosa avverrà e la strada sarà più chiara per tutti, perché Dio diventerà più grande dentro ciascun Essere umano incarnato in quel momento sul pianeta.

Usciamo dai racconti per bambini, tutto è più grande di quanto è stato raccontato ed è ancor più meraviglioso di quanto possiamo immaginare.

Anime antiche, sapete vero che ci saranno divisioni? Non tutti, non tutti vorranno accogliere il cambiamento e non potrete farci niente. Il libero arbitrio è sempre eterno sovrano e anche voi Anime antiche dovrete scegliere se tornare nelle basse vibrazioni o accettare di andare avanti. O su, o giù.

Nessuna Anima antica verrà forzata a compiere il lavoro, ciascuno sarà unico arbitro delle proprie scelte.

Tempo addietro avevo parlato di ricchi premi e cotillon per coloro i quali avranno fatto il salto nella fede nell’Universo Intelligente (UNO). Quel tempo sta arrivando, il Tempismo Divino è la meraviglia delle meraviglie.

Tutto accade nel momento perfetto.

Voi siete perfetti e vivete in un Universo perfetto, che è Amore.

Adesso rilassatevi e guardatevi intorno, i semi sono stati messi a dimora, il guscio si sta spaccando e la Vita sta già facendo capolino.

Presto vedremo i germogli e sarà una Primavera bellissima quando arriverà!

WLY

Sulan

5 Dic. ’20 Racconti e barzellette

Cominciamo col racconto.

Un bimbo/a  bussa alla porta di casa di Babbo Natale. L’anziano canuto apre e sorride guardando in basso.

“Ciao Babbo Natale, sono venuto a portarti la mia letterina per Natale …”

Sorridendo Babbo Natale risponde: “Ma non c’era bisogno che ti affaticassi, so chi sei e cosa desideri e poi quest’anno c’è una novità”. Gongolando Babbo Natale aspetta un poco e poi dice soddisfatto: “Puoi avere tutto quello che vuoi!”

Il bimbo/a resta pensieroso, guarda la letterina e poi guarda Babbo Natale.

“Ma io ho la letterina!” risponde agitandola sotto il naso del vegliardo.

“Mmmh, bene hai fatto un buon lavoro ma ti dico che puoi avere tutto quello che vuoi, ora!”

Il bimbo/a è confuso, Babbo Natale è pur sempre Babbo Natale eppure, ecco appunto, eppure …

“Sì, ma io ho la letterina!” Sbotta il bambino/a, davanti alla vastità del tutto.

Babbo Natale sospira, sorride e risponde rassegnato: “E allora dammi la letterina …”

La barzelletta invece parla di un napoletano (Love y Partenope! Neapolis!!!) che per tre volte s’inginocchia dinnanzi a San Gennaro (principale Santo di Napoli) per invocare una vincita al Lotto (Lotteria di Stato italiana).

Lo fa nel modo giusto, il suo intento è puro, crede nel Santo e nella Provvidenza ma per la quarta volta torna sconsolato da San Gennaro, vuole solo qualche numero da giocare al Lotto.

Anche questa volta s’inginocchia e comincia la sua invocazione ma quando arriva al punto in cui dice che è la quarta volta che chiede la grazia, il Santo non ne può più e sbotta: “Eeeeh! Ragazzo! Ma almeno un Euro te lo vuoi giocare?”.

Questo è il punto della situazione.

Adesso bisogna cominciare a svegliarsi dal sonno e dare inizio al passaggio “da prima a dopo”.

Sta nascendo una nuova umanità ed è un processo inesorabile, un dato di fatto a cui ciascuno darà valori e valenze soggettive.

I tempi saranno lunghi, la transizione avrà luogo in equazioni di tempo che per il momento non vengono afferrate.

Mai come ora, l’antico detto latino festina lente coniato dall’imperatore Augusto è stato attuale. Augusto ha forgiato e sollevato il suo impero sul moto dell’Orologio Celeste, aveva compreso la potenza del dominio del saggio sui Pianeti e ne aveva anche visto la potenza distruttrice in mano allo stolto.

In un articolo di aprile, veniva messo in risalto il concetto di valore nel futuro. (Link : 25 apr ’20 L’Onore e i Talenti, nuove misure del valore)

Il futuro è qui.

E’ adesso.

Proprio ora che leggi.

Ora guardati intorno e chiediti cosa vuoi migliorare nella tua vita.

Ma ora mi dicono di chiederti un’altra cosa.

Hai scoperto quale è il tuo talento?

Tutti nasciamo con un talento. Questo è un fatto indiscutibile, da sempre ignorato e soffocato.

Bene, ora cominciamo a cambiare lo sguardo: il talento rappresenta le ali dell’Anima.

Riconoscere il proprio talento, ora, in questo momento è fondamentale.

Punto.

Vi rendete conto che è un po’ come spiegare perché si deve dare una carezza?

Riconoscete il talento perché voi siete quel talento!

Mai stati incoraggiati a farlo? E chi (s)se ne frega! Fatelo per voi!

E che non vi venga in mente di pensare: eh, ma chissà poi cosa ne pensa Tizio, Caio … la gente.

Come fate a cominciare a cercare e a sapere quando avete trovato?

Semplice, tornate indietro al momento più buio della vostra vita, qualcosa vi ha riportato a galla. Oppure tornate al momento più gioioso, come avete espresso la vostra emozione?

Ciascuno ha il suo! E’ fatto su misura dal migliore dei sarti, cioè voi stessi.

Questo è urgente adesso per le Anime Antiche, comunque vi chiamiate, l’eclissi di dicembre ci introdurrà nello spazio sacro di preparazione. L’esplosione delle coscienze avverrà il 21, (uaakkk… lo so ora anch’io che scrivo!) e sarà planetaria.

Lucidate le ali Angeli, stiamo per passare nel futuro, sentite lo scricchiolio della ruota? sta quasi per fermarsi.

A voi Esseri di Luce, risorgete nella potenza, la griglia si sta attivando!

Forza, fuori i talenti, fuori la voce, fuori le azioni, fluite e irradiate. Siete qui per questo!

E per questo vi amiamo e non sapete quanto.

(Vi assicuro che sto piangendo come una fontana, ambasciator non porta pena, prendete o lasciate ma questo mi è stato chiesto di fare e ho fatto.)

WLY (We love You)

Sulan

4 Dic. ’20 Sulle ali del falco

E’ venuto il Gheppio e mi ha detto di portarvi sulle sue ali per vedere il piano dall’alto.

Non mi sottraggo, quando viene, si appollaia a un paio di metri e mi guarda intensamente: so che c’è un messaggio e i “ragazzi” dietro spingono fino a quando non lo tradurrò in parole.

Così, tutti a bordo, il Gheppio ci invita.

Il Topo mi aveva annunciato l’arrivo del Gheppio messaggero e come sempre sono commossa dal tempismo. Ma saliamo, vi racconterò tutto mentre voliamo.

Il calcio d’inizio è stato il 10 gennaio (eclissi di Luna), Urano (ottava superiore di Venere) appena entrato nel placido segno del Toro per cominciare a demolire uno dei pilastri, la resistenza, ricomincia il moto diretto dopo un eclissi… (il 12 abbiamo avuto la prima congiunzione Saturno-Plutone – vedi archivio).

La funzione di Urano in toro è quella della folgore divina che scuote le fondamenta.

Ora che siamo saliti sulle ali del Gheppio dobbiamo cominciare ad allontanarci e osservare il sistema solare dall’esterno.

I pianeti si sono collocati, attraverso moti eterni, in perfette combinazioni straordinarie.

A partire dal 2020 i pianeti si sono coordinati per chiudere cicli ed iniziarne altri.

Questa coordinazione tra pianeti è tale da comprendere ogni segno, triplicità, elemento.

Anche questa è straordinarietà, di solito, prima la razza umana passava per sezioni di apprendimento che poi si legavano. La sequenza era: caos, apprendimento, manifestazione (idea/azione).

Quest’anno la straordinarietà delle energie in cielo ci ha portato un enorme cambiamento, o meglio, ha iniziato a portarci la consapevolezza di un cambiamento in azione.

Non si tratta più di sezioni di apprendimento lineare ma verticale, come livelli sovrapposti e non conseguenti. Ditemi se è difficile questo passaggio perché nel caso ci tornerò sopra.

Durante questo anno, non ancora concluso, sono accadute cose che di solito accadono in un lasso di tempo lungo quanto una vita intera. Nessun essere umano sul pianeta è stato dimenticato e tutti hanno attraversato l’intensità, o forse dovrei cominciare a dire la densità.

Sì, comincio a parlarne invece, densità. L’umanità ha attraversato strati densi che sono penetrati fino al nucleo. Ciascuno è stato costretto a scendere fino al proprio nucleo e questo è il punto in cui siamo. Il focus posto sulla triplicità di terra (Capricorno in primis, Toro, Vergine) rappresenta il quadrato su posiamo la percezione della realtà. Chi consce la lingua arcana comincia a vedere la Torre, simbolo dell’intervento divino che scuote la base quadrata facendo cadere l’instabile cupola tonda. I Bizantini ci hanno lasciato luoghi in cui questo connubio è visibile, il quadrato è la percezione della materia su cui posa la cupola del cielo.

Così dall’alto possiamo cominciare a vedere la tavola apparecchiata: la densità della materia è scossa nella sua percezione.

Facciamo una picchiata.

L’eclisse del 5 giugno ha iniziato una parabola, simile al lancio di un bengala che ha illuminato la densità, che si è conclusa il 30 novembre. Ha aiutato a lavorare sul senso dell’amore in ambito familiare. Chi ha cavalcato l’onda ha fatto un buon bottino perché ha compreso cosa vuole davvero. Questo aspetto però è stato appunto un fascio di luce aggiuntivo perché il grosso del lavoro lo stanno ancora facendo il terzetto in Capricorno con Urano che spalleggia dal Toro.

Saliamo ancora.

Siamo a fine anno e si preparano i fuochi artificiali, il caos avanza e lo potete vedere da quassù, è come la nuvola del nulla che cresce della Storia infinita (film di Petersen, 1984).

La demolizione è inevitabile, la trasformazione sarà inevitabile. La morte non esiste e la vita avanza indifferente alle idee negative degli esseri umani. La Vita è legge eterna ma tra loro, gli uomini, si raccontano storie terribili come boy scout la sera intorno al fuoco.

Gli uomini amano le storie.

… però odiano viverle, perché hanno paura.

I racconti attorno al fuoco hanno fatto presa, gli incubi di notte li rendono veri perché scatenano emozioni e quelle sono reali! porca miseria, le emozioni sono reali!

La storia più atroce e spaventevole che si raccontano da soli, gli uomini, è quella dell’amore e ci infilano dentro ogni possibile spavento …

… ma siamo immersi in tempi straordinari  e dicembre 2020 concluderà l’anno con effetti speciali e fuochi artificiali.

Bello spettacolo per chi lo saprà godere!

L’amore è diventato il protagonista silenzioso, un Oscar al miglior attore non protagonista direi!

In silenzio, nella solitudine del proprio tempio interiore, ciascun essere umano ha dovuto riconoscere il valore profondo dell’Amore.

La paura di perdere la vita ha portato all’amore per la Vita.

Il corpo ha preso parte al riconoscimento, l’amore per se stessi è stato il primo passo necessario. (attraverso la malattia molti hanno portato il focus sull’amore per se stessi)

La morte di familiari e/o amici ha poi portato l’attenzione sull’amore dato.

Le prove a cui sono stati sottoposti i figli hanno amplificato l’amore dei genitori.

Le costrizioni e le restrizioni hanno dettato le priorità, riconoscendo così i valori fondamentali.

I bisogni degli altri sono stati visti, i bisogni degli anziani sono stati visti, i bisogni dei bambini sono stati (quasi) visti.

Cos’altro vediamo da quassù? (per il momento)

Un sistema sanitario che ha un modello da correggere.

Un sistema di trasmissione del sapere (istruzione) che ha regole da correggere.

I modelli di vita ossessivi e isterici sono ormai palesi, il valore del singolo è oramai unito al valore della collettività e l’isteria, come la paura, non durano a lungo.

Viriamo in alto verso il Sole, il 14 dicembre avremo un’eclissi si Sole, a due settimane di distanza da quella di Luna del 30 novembre.

Con la Luna sono state esplorate le profondità delle emozioni a 360°, con quella di Sole verrà deciso il modo con cui comunicarle.

Mancando dieci giorni all’eclisse sarebbe bene prepararsi a cavalcare anche questa di onda, in attesa dell’onda perfetta del 21 dicembre.

Il 14 dicembre Luna e Sole saranno congiunti a 23° in Sagittario (eclissi) e Mercurio li accompagnerà nell’abbraccio. Un guardone? No, no, un messaggero!

E’ lì per prendere nota, poi porterà il messaggio al Mago. Il Mago è ogni essere umano, che avrà a disposizione tutti gli strumenti per scegliere (libero arbitrio) il modo di comunicare quello che vuole nel futuro.

Non so se capite la portata, ma qui si tratta di decidere come volete vivere nel futuro e di come lo comunicherete.

Ultimo giro sulle ali del Gheppio.

Del 21/12 parlerò, ma la cosa più essenziale è qui: stiamo creando il futuro, proprio ora, dicembre 2020.

Le scelte di ciascun individuo avranno conseguenze, scegliere un futuro nero o scegliere di averlo d’oro sarà scelta individuale rispettata.

Nettuno aiuterà a scoprire le illusioni che ancora si fanno zavorra, il passaggio è aperto e solo chi lo sceglie nudo e leggero lo attraverserà.

Guardiamo oltre prima di scendere, già vediamo chi è già passato, è radioso e felice perché ha davvero capito che l’Amore è ovunque e che solo le catene mentali impedivano di vederlo. Ha chiaro in mente come vorrà vivere, ha progetti, ha la felicità nel cuore e non vede l’ora di realizzare le sue visioni. Beh, sembra dannatamente felice quel tipo laggiù, ce ne sono altri, sono molti e si vedono bene, sembra quasi che brillino. Già. Questione di frequenze.

Siamo a terra, guardatevi in giro ora, guardate quanta strada è stata fatta in un solo anno che ha accelerato la consapevolezza del mondo. Questo è solo l’inizio, quello che deve accadere accadrà, Dio sta diventando più grande e presto intorno al fuoco ci racconteremo storie belle.

Miei adorati Viaggiatori, il bollettino parla di mare imponente con onde lunghe, ottimo per i surfisti. I più bravi stanno aspettando l’onda perfetta, arriverà il 21, preparate la tavola!

Maturità emotiva è il punto sulla carta di navigazione.

Occhi puntati sulla Stazione, qualcosa accadrà e (sincronicità, mi hanno appena dato la conferma) sarà solo l’inizio e poi, siate gentili con voi stessi …  immaginatevi maestosi e comportatevi di conseguenza, abbiamo il privilegio di vivere la Vita!!!

WLY (we love You)

Sulan

29 Nov. ’20 Il pastore di lumache

Quando questa immagine mi è apparsa la prima volta ho ridacchiato. Scuotendo la testa ho continuato i miei affari, sorridevo e ci ripensavo col sorriso. Poi l’immagine di un uomo con una sottile bacchetta curvo su lumache in movimento si è riaffacciata mentre ero ancora col sorriso. All’improvviso c’è stato uno zoom sul guscio e ho compreso.

La figura del pastore è nota a tutti, ne ho parlato qui ( mag ’20 Diventeremo tutti pastori ) in precedenza, quello che invece mi è stato dato come messaggio in questo caso riguarda noi tutti. Non pensate a pecore e lumache in termini minori, piuttosto l’accento va posto sulla cura e la protezione.

Il guscio.

Gasteropodi.  ( https://it.wikipedia.org/wiki/Gastropoda )

Nel guscio dei gasteropodi troviamo la sequenza di Fibonacci e la Divina Proporzione. (https://www.mat.uniroma1.it/sites/default/files/GREGORIODACATINO-SezioneAurea-presentazione.pdf )

Nel guscio dei gasteropodi è fuso il significato della Compassione e ne diventa il simbolo.

Ciò che l’Universo allora sta suggerendo, guidando con amore, è la direzione e l’immagine parlava chiaro. Tanti esseri compassionevoli in cammino verso la direzione indicata dall’Universo.

Bisogna esser chiari su un paio di concetti prima.

Cos’è la compassione? Mettersi nei panni dell’altro con empatia. Maggiore è il dolore subito nella vita, maggiore è la capacità di riconoscerlo negli altri. (oppure no, qualcuno diventa cattivo ma lo fa a se stesso, auto-sabotaggio)

Tutti si meritano la compassione? Sì, anche se non capite per ora vi basti questo.

Dopo aver avuto un’ondata di compassione devo dare tutto me stesso? Dipende.

Spiazzati? Ma no dai, è esattamente come il perdono. Se siete in equilibrio saprete cosa è meglio per voi.

Un gesto di compassione verso un estraneo in difficoltà dovrebbe essere spontaneo come bere un bicchier d’acqua. I tempi sono rapidi, una buona azione o un sorriso hanno prodotto un effetto positivo, questione chiusa. Torno a casa, bella giornata, ho imparato che la compassione mi aiuta a stare meglio.

Ma, se questo accade quando ci sono di mezzo gli affetti più cari?  Sapete davvero ricordare i vostri confini? Siete compassionevoli perché date amore o perché volete amore? C’è equilibrio?

La compassione richiede distacco, deve essere un riconoscimento onesto del vero bisogno dell’altro e non una proiezione personale.

Ci deve essere lucidità di giudizio, per intraprendere l’azione giusta.

Qualcuno ha bisogno solo di silenzio condiviso, di presenza, qualcuno ha bisogno di essere scosso, altri di essere sostenuti o compresi, talvolta si può anche arrivare alle minacce (ti porto all’ospedale se non ti ami…). Capite che il quadro è ampio, pieno di tenere sfumature che dicono la stessa cosa: ho bisogno di amore in questo momento.

Mi dicono di partire dal basso, così parto dal più doloroso. E’ possibile per una figlia avere compassione di un padre violento da cui è stata abusata?

Sì… ve lo diciamo con le lacrime agli occhi, perché è un oceano di dolore di cui nemmeno una goccia è sfuggita all’attenzione del Cielo.

Ogni anima sceglie un programma, con lezioni da apprendere e quell’anima che ha scelto di attraversare quell’oceano sta proprio imparando la compassione.

La mia persona, io, sa  che sto toccando un argomento orribile ma questa eclissi potrebbe portare la liberazione.

Comprendere il gioco delle parti durante questa eclisse vi aiuterà a fare quel grande salto in avanti.

In questi tempi straordinari, una delle cose da tenere in mente è che stiamo azzerando il karma.

Immaginiamo di essere tutti in fila all’auto-lavaggio, le macchine verranno pulite dentro e fuori e poi si entra in un mondo nuovo uscendo dalla parte opposta.

Più o meno, tutti in fila dunque, metafora per dire che tutti siamo toccati. Come potete vedere tutto il 2020 ha lavorato sulla collettività partendo dai singoli. Nessuno è stato risparmiato.

Le Anime si reincarnano in gruppi (di amiconi?) e assumendo ruoli diversi, di vita in vita si scambiano lezioni. Comprendere che chi ci ha ferito lo ha fatto per amore è difficile ma possibile.

Un rifiuto spesso ci ha permesso di fare uno scatto in avanti, un no poi ci ha permesso di percorrere altre strade, un abbandono ha insegnato la forza e così via.

Comprendere questo significa saltare a piedi pari nell’energia del 2021.

Ma è difficile.

Così ci aiutano le eclissi. Guardate quanta strada è stata fatta da quella del 5 luglio, da quel punto sono cominciate le revisioni che si concluderanno domani, 30 novembre.

Ricordo che gli effetti delle eclissi iniziano giorni prima e si avvertono anche giorni dopo.

Molti avranno chiarimenti e rivelazioni in queste ore, dovete solo ricordare che il processo di revisione iniziato a luglio è servito a costruire le fondamenta.

Chi sarà arrivato al punto di tagliare, lo faccia con compassione. Il vostro antagonista è un’Anima gemella sotto mentite spoglie che vi sta aiutando ad avanzare.

Strizzate l’occhio allora e andate avanti, la compassione ora si è distribuita su due rivoli. Uno per l’altro e uno per voi stessi. Avete riconosciuto il dolore e com-patite, patite insieme il meccanismo.

In realtà entrambi state imparando a usare gli strumenti giusti che metterete in atto fin dalla volta successiva. (si tendeva a nascere sempre negli stessi “grappoli” di Anime prima ma ora sta cambiando)

Posso avere compassione per un criminale feroce? Sì, perché so che sta indossando una parte che serve a mettere in luce il male.

Significa dunque che perdono? Sì, perché ho riconosciuto lo scopo.

Questo significa allora abbandonarsi! Nessun limite all’abominio!!!! (orrore, orrore, che scrive!!!)

No, no, no.

Serve a tagliare. Definitivamente. Come la lama di una spada che taglia gli ormeggi del nostro vascello.

Viaggiamo.

L’orbita della Terra non è mai nella stessa zona di spazio dov’era l’anno precedente, per via del fatto che siamo legati gravitazionalmente al Sole che ci trascina con sé. E il Sole è trascinato dalla Galassia che si muove nello spazio intergalattico. Dopo un anno siamo a venti miliardi di chilometri di distanza dalla zona di spazio cosmico in cui ci si trovava l’anno precedente. Il Cosmo è fatto di Stelle, Galassie e Corpi Celesti in continua evoluzione e movimento
(Antonio Zichichi)

Compassione e perdono sono i volani, i booster, gli acceleratori per strappare via le ultime catene.

La Terra si muove nello Spazio di 51,84 milioni di km al giorno ( https://it.wikipedia.org/wiki/Via_Lattea ), nulla torna come prima, siamo tutti Viaggiatori interdimensionali e non possiamo restare legati a cose inutili.

E’ potente l’oscillazione che provoca l’eclissi, lacrime, ansia, paura del futuro, insonnia, irritabilità, etc. etc. (non voglio indagare nelle toilette ma anche lì c’è movimento). Fame, sete, si, no, digiuno, stanchezza, tristezza … insomma tutto il repertorio.

Serve per tirar fuori tutto.

Poi verranno le scelte ma ora, in questo momento dobbiamo guardare le cose per quelle che sono.

Poi prenderemo le decisioni, con compassione e perdono ci libereremo delle catene e saremo liberi di concentrarci sugli eventi di dicembre.

Passo avanti truppa!, dicono i Generali e di nuovo vedo l’uomo con la bacchetta sottile chino a vegliare le sue amate lumachine.

Certo, e mi viene da sorridere ancora, se prima non perdonate prima voi stessi e non provate compassione delle vostre debolezze non potrete far nulla di tutto questo ma c’è il Pastore lassù e lui con la sua sottile bacchetta vi aiuterà a prendere la strada verso Casa.

Intorno a chi non ce la fa c’è sempre qualcuno che sprona, nessuno è lasciato solo.

… (un momento di discussione) Loro vorrebbero dire altro, io dico che è abbastanza per oggi che è domenica … (occhiatacce in tralice tra noi, poi risate, si dimenticano che qui la domenica riposiamo …)

Scherzo ovviamente, sapete che invece Loro sono sempre al lavoro e voglio inviare un mio abbraccio umano e personale a chi sta lavorando, a chi combatte la malattia, a chi piange per un Arrivederci (la morte non esiste).

Siamo amati, non dobbiamo avere paura, siamo amati!!!!

In attesa del Solstizio d’Inverno, richiamo l’attenzione al precedente:

mag ’20 Solstizio d’Estate 2020 (1 -6)

26 Nov. 2020 Non tutti si risveglieranno.

Già, non tutta l’umanità si risveglierà ma solo una percentuale. Sapete che in questi scritti il messaggio è sempre indirizzato a chi invece si sta risvegliando. Tra chi segue questi articoli ci sono anche le Anime che hanno scelto, come missione dell’anima, di aiutare le altre Anime a risvegliarsi durante la transizione.

Quindi ci sono due correnti, una che lavora sul risveglio soggettivo, l’altra sul collettivo. Chi legge perché vuole il proprio risveglio personale, perché è assetato di comprensione, cammina verso la propria consapevolezza usando il proprio discernimento e libero arbitrio. Quando sarà consapevole della propria Luce si manifesterà nella materia con tutto il potere creativo.

E chi legge perché segue la seconda corrente?

Eh! Le cose non sono lineari e vediamo se gli strati aiutano a comprendere meglio.

Se misuro la lunghezza di un nastro userò il metro orizzontale, ma se devo misurare una pila di fogli di carta devo misurare in altezza.

Molti sentono di essere vivi per poter svolgere una missione.

“Ma quale è? Come si fa a trovare la strada? Possibile che sia solo io a vederla così? Eppure sento che è una corrente che mi trascina …”  molti, molti stanno attraversando la palude.

Adesso mi voglio rivolgere proprio a voi, eroi inconsapevoli dell’immenso potere del vostro essere.

Fermatevi (metaforicamente) un attimo sul film della vostra vita, sedetevi in poltrona e guardate dall’inizio: quando è stata la prima volta in cui avete sentito di dover far qualcosa per l’umanità?

Sapete, (sorridono alle mie spalle al di là del velo) Starseeds, Guaritori, Sciamani, etc. hanno avuto l’amico immaginario… (comunico che si stanno rotolando dalle risate i ragazzi). Già, il collegamento è sempre stato attivo per i lavoratori di Luce. Mai stati soli, anche perché chi ha scelto di incarnarsi sul pianeta Terra con la missione 2020 (chiamiamola così) ha dovuto sottoscrivere un contratto dell’Anima davvero rigoroso. Sono state prove durissime, vita e morte mescolate, finzione e prese di coscienza, vite che hanno davvero forgiato Guerrieri.

Ora siete frustrati, mugolate, vi sentite vicini a qualcosa che ancora non si manifesta.

Aspettate…

Aspettate!

Il Tempismo Divino è la rete di salvataggio che il risvegliato deve oramai saper riconoscere, se siete lì, a un passo ma ancora non c’è manifestazione dovete ricordare che i tempi di attesa sono sempre i più proficui. Aiutano a distaccarsi per osservare e rettificare l’azione, può essere un tempo di concentrazione prima di veicolare l’energia in una azione.

Poiché siamo nati nudi e senza sacche marsupiali non avevamo modo di portare con noi il libretto di istruzioni (è vero il detto cuor contento Ciel l’aiuta), l’unica cosa che possiamo fare tutti è incamminarci verso l’intuizione.

Solo il profondo contatto con il Sé Superiore può indicare la via.

Solo l’intuizione è la via di contatto al Se Superiore.

Ecco allora l’accorato appello all’ascolto del Sé attraverso l’intuizione.

Come ci si arriva?

LAVORANDO!!!!

Tutte le Anime antiche sanno che la Maestria si ottiene solo con la disciplina, lo studio e la pratica.

Per questo i tempi sono perfetti, perché ciascuno avrà a seconda di quanto avrà lavorato.

L’esempio di Roll (Gustavo Roll, consiglio di cercare per chi non lo conosce) è perfetto, qualcosa è successo (sincronicità) e lo ha portato ad esercitarsi duramente con semplice mazzo di carte. Ha lavorato sulla sua intuizione fino a quando è riuscito a sapere, prima di girare ogni carta, il suo seme.

Questo è un esempio di dura disciplina, ogni cosa può essere strumento, proprio a seconda delle proprie peculiarità ciascuno troverà il suo. (se lo vuole davvero, libero arbitrio)

Uno strumento molto valido è l’uso dei Tarocchi, un canale con lo Spirito talmente oltraggiato da ciarlatani che è persino doloroso parlarne.

Non sappiamo quale sia l’origine dei Tarocchi, si perde davvero nelle origini del tempo che supera i 6.000 anni.

Circola una storia carina sui Tarocchi in cui si narra che, se anche si chiudesse un uomo in una cella sottoterra, con un mazzo di Tarocchi egli saprebbe tutto di se stesso e di quello che accade nel mondo.

I Tarocchi raccontano il viaggio nella vita che ciascuno di noi fa, le fatiche, le prove, le gioie i trionfi. Insomma è il linguaggio simbolico del eroe che percorre il suo destino.

Si tratta di una lingua vera e propria: se prendessimo una persona a Bogotà, una a Pechino, una Roma e una in Alaska e tutte parlerebbero la stessa lingua con i Tarocchi.

Fortunatamente i tempi hanno favorito la riemersione dell’energia pura del dono e finalmente le persone hanno compreso che esiste un livello altissimo di contatto. (sempre che lo si voglia, libero arbitrio). Certo, per qualcuno è difficile togliere i ciarlatani tutti in una volta, ma col tempo vedrete che troverete il vostro canale.

Un’altra cosa da aggiungere è che le immagini sono importanti. Pensiamo con le immagini, creiamo con le immagini, le immagini creano mappe mentali. Le immagini sono il piatto base su cui si accomoda il simbolo. (come il pesce sul letto di insalata)

Il simbolo è il grimaldello per spalancare le porte della conoscenza.

Alla cartomanzia ciarlatana e folkloristica si sta sostituendo, man mano che avanziamo, la lettura intuitiva di immagini e simboli che serve  a comprendere prima  e connettersi poi, al proprio Sé Superione. Un ciarlatano avrà livelli da ciarlatano (mi ama? tornerà? troverò lavoro?), un’Anima antica cercherà invece i suggerimenti del Sé per la propria guarigione. (la guarigione avviene solo perché esercitiamo il libero arbitrio)

Guarigione, perché le Anime antiche venute per una missione riguardo l’umanità, dovranno guarire se stesse completamente prima di poter iniziare.

Sfruttate l’eclissi di luna del 30 Novembre, guardate il film della vostra vita, quando è cominciato in realtà il risveglio?  Venere è sotto verifica in questi giorni e l’eclissi completerà l’opera.

Quante catene, negazioni, umiliazioni avete dovuto sopportare per arrivare fin qui? Credete in voi stessi?, che davvero avete qualcosa che vi chiama verso una direzione? Cominciate a guarire allora da tutto quello che è successo nel vostro passato.

Se davvero sentite che tutto succede per uno scopo allora guardate tutte le persone che avete incontrato: ciascuna vi ha portato al punto esatto in cui siete.

E ora c’è il grande salto.

Ci credo o no?

Credo davvero di avere qualcosa da fare qui? Se ci credo (libero arbitrio) comincerò ad agire e pensare coerentemente. Da quel punto in poi cominciano i miracoli, perché i vostri pensieri creeranno la vostra realtà.

Non è facile. Per niente.

Immaginiamo un avvocato affermato, socio erede di uno studio legale… una vita segnata da altri, un finale scontato. Magari nato in una famiglia disfunzionale (la maggior parte delle Anime antiche ha avuto questo tipo di palestra), con genitori narcisisti, influenze manipolative e tossiche, insomma il nostro eroe si sveglia la mattina perché l’ulcera allo stomaco urla. E’ infelice.

Un giorno però si sveglia, decide di andare Africa e aiuta a costruire un villaggio. L’ulcera è passata e un senso di pace ed equilibrio illumina le giornate. Ops, è felice!

Capite il grande salto?

Dal pensiero si passa all’azione.

Il pensiero diventa comportamento, manifestando ciò che credo, creo la realtà.

E’ talmente semplice, è tutto lì scritto nero su bianco eppure, eppure ci vuole un Eroe.

Più Eroi si collegano alla Griglia Cristallina più la rete si potenzierà, nessuno è ininfluente. Tutti, tutti, tutti, siamo importanti, prima lo scopriamo e prima facciamo, rendendo dolce la transizione.

Un pensiero semplice e dolce mi dicono di riportarvi, siate gentili con voi stessi!

Poi siatelo con gli altri. L’esempio è la spada di Luce del Guerriero, che non esita a tagliare ciò che lo blocca.

Spesso ciò che blocca l’Anima antica è la mancanza di fiducia in se stessa causata da condizionamenti esterni, ecco il nucleo della guarigione: riconosci chi sei Anima antica.

In cielo i pianeti in questi giorni stanno scrivendo a caratteri cubitali : GUARIGIONE.

Riconoscete chi siete Guerrieri e agite!

(sia inteso, si comincia con il tono usato quando si chiede il sale a tavola e non di fare atti eroici, piccoli aggiustamenti che favoriscano una transizione, ok?)

(mica che qualcuno faccia le valige davvero, quando verrà il momento lo capirete benissimo)

Siate lenti e implacabili nel vostro cammino verso la nuova terra, le cose che durano hanno basi solide.

Vi amiamo tantissimo!!!!!

(dai, che c’è in arrivo una guida scritta…)

22 Nov. ’20 L’urlo di Venere

Bollettino: burrasche in corso nell’oceano delle emozioni.

Venere è l’espressione dell’Amore, ciascuno di noi ama attraverso il filtro della propria Venere nel tema natale. Parlo di filtri, perché ogni emozione relativa viene filtrata da un tipo specifico di energia; facciamo l’esempio di un tipo di amore manifestato da una Venere in Capricorno, rigido e severo e da una Venere in Cancro, emotivo e fluttuante. Tutti amano, semplicemente lo fanno in modi e maniere diverse.

In questi giorni stiamo, collettivamente e individualmente, lavorando sul nostro filtro, a che punto stiamo sembra chiedere Venere.

Guardate, le sfaccettature sono infinite ma la quadratura di Venere al terzetto in Capricorno (Plutone, Giove, Saturno) è un urlo della Dea.

Parliamo della Dea.

La Dea è il Principio Femminile, è la coppa che riceve, accoglie, nutre. Essa è parte di noi in equilibrio perfetto col suo sposo, il Principio Maschile. Essa non è Venere ma si manifesta attraverso quell’energia. Sia che abbiate deciso di incarnarvi come donne o come uomini, il Principio Femminile è la metà dell’anima.

Pensate a questo equilibrio tra il maschile e il femminile come al Tutto, ad una energia che si alterna in contrazioni, spingo e rilascio. Comprenderete che stiamo parlando del motore, come funziona il nucleo e da cosa è alimentato.

Facciamo un esempio pratico. Fino al 2020 i rapporti d’amore sono serviti a creare la propulsione in avanti per ogni individuo.

Ciascuno di noi è passato da una storia d’amore all’altra come se saltassimo su sassi per attraversare il fiume. In tutte queste storie c’è stato tutto, amore e odio, crudeltà e tenerezza, violenza e passività etc., quindi siamo approdati al 2020 come guerrieri feriti, rassegnati ai luoghi raggiunti in cerca di equilibri bugiardi.

Ma, siamo in tempi straordinari e la Dea (il Principio Femminile) che è dentro di noi ora vuole essere riconosciuta perché sa che l’Universo è Equilibrio.

La posizione Venere in Scorpione crea però un contrasto elegantissimo, si oppone infatti a Lilith (Luna Nera) in Toro (Urano in opposizione larga).

Immaginate una regina che entra in un postribolo, viene riconosciuta e appena entrata la accoglie la tenutaria del bordello che assume i toni della padrona sussiegosa che rivendica il suo ruolo tradizionale. Imbarazzo e perplessità sono garantiti all’inizio, poi ci sono tre anziani clienti  dominanti (il terzetto in Capricorno) che avvalendosi del proprio potere, alzano il dito accusatorio sulla regina.

Ma la regina (Venere) non è una sprovveduta, se vuole regnare sul suo regno deve sapere come stanno le cose e non esita a scendere nei bassifondi. Vuole la verità, non si ferma davanti a stronzate.

Per qualche giorno avremo proprio questa opportunità che sta preparando il terreno all’eclisse, (18 Nov ’20 Riunione di spogliatoio pre partitagli articoli sono sotto la voce archivio) che si farà sentire prima e dopo il giorno preciso dell’evento.

Allora cosa ci vuole portare a vedere Venere?

La verità.

Gli anglosassoni usano l’abbreviazione BS (bullshit), per dire “stronzate!” così possiamo tirare l’equazione : Venere versus Bs.

L’amore che si prostituisce per ricevere Amore non è amore.

L’amore che subisce per paura di essere abbandonato non è amore ma codipendenza affettiva.

L’amore che ha paura non è Amore.

L’amore arrabbiato e rancoroso non è Amore.

L’amore che fa star male non è Amore, perché l’Amore fa star bene.

L’amore che umilia non è Amore, la mancanza di sostegno non è Amore, le ali tagliate dei sogni per contorti egoismi non è Amore.

Seppure ci sia molto da dire ancora sull’amore e sulla presa di coscienza a cui siamo chiamati non posso negare l’attenzione ad un altro aspetto. La quadratura di Venere ai tre nel Capricorno,  parla anche della rivendicazione del rispetto e della dignità.

Sembra che la regina sia scesa nei bassifondi e stia gridando: Sono un Signora e che cazzo! (Plutone – parolacce)

Curioso vero? Questo atteggiamento è molto plutonico: scendo nel profondo e ti guardo in faccia e ti dico o capisci con chi hai a che fare o eserciterò il mio potere.

Mmmmh, la Grande Madre sta parlando attraverso Venere, se non ci mettiamo in riga la Dea scatenerà la Luna e il Sole (eclissi).

Stiamo per arrivare al punto zero, dove avremo il Dies Natalis di passaggio ad una nuova Era, non possiamo permetterci di trasportare le BS dell’Era morente e siamo chiamati a trasformarci tutti in versioni migliori di noi stessi.

Anche questo aspetto è lacerante perché la verità sarà cruda ma ci renderà liberi.

Ciascuno avrà il suo terreno di battaglia, tenete conto di questo quando siete con altri, tutti stiamo attraversando la palude e la gentilezza salva la vita.

Se dovete chiarire qualcosa fatelo dal cuore, non importa quanto sia tagliente è fondamentale il modo, con la gentilezza e l’empatia ogni ostacolo verrà abbattuto.

Se invece vi arroccate in battaglie sterili, opponendo resistenza senza affrontare il nocciolo della questione vi creerete turbolenze auto inflitte.

Lasciate indietro il passato doloroso, rinnovatevi e rinascete nella nuova era senza zavorre.

Capite che l’Amore è sia motore che combustibile (energia) dell’Universo?

Come sempre, libero arbitrio!

Con amore un saluto a tutti voi, scendete nel profondo che già la Luce vi aspetta alla fine della gita, siamo amati e vi dovete rassegnare all’Amore.

Vorrei salutarvi uno per uno ma è impossibile e allora rilancio, che la Luce abbracci tutte le vostre Nazioni! Nell’elenco tutti i Paesi in cui vi trovate Viaggiatori, guardate come siete distribuiti e pensate che state condividendo questa lettura con altre anime nel mondo. Benedicetevi l’un l’altro senza conoscervi, auguratevi gioia e pace e senza sforzo comincerete a cambiare il mondo perché l’Amore è la Prima Legge.

Italia Stati Uniti Svizzera Brasile Regno Unito Cina Francia Germania Spagna Irlanda Belgio Bulgaria Austria Romania San Marino Australia Sudafrica Monaco Thailandia Moldavia Messico Portogallo Burundi Slovenia Pakistan Albania Egitto Serbia

18 Nov ’20 Riunione di spogliatoio pre partita

Bollettino ai Naviganti pre eclisse.

Miei cari Viaggiatori oggi ci mettiamo sul bordo del cratere e guardiamo dentro. Qualcuno ricorderà che abbiamo parlato di Mercurio retrogrado, lo è stato dal 15 ottobre al 4 novembre quando è tornato diretto. Nel suo percorso a ritroso si è soffermato sul senso della giustizia e equilibrio prima e al riconoscimento di questi valori nel nostro profondo, dopo. Poiché ha percorso la Via Combusta è stato come il Mercurio alchemico che ha sciolto molte illusioni, ha scavato nel profondo e ha visto il bene e il male ricevuti, ha visto cosa vorrebbe invece il cuore per stare in equilibrio. Ha visto i blocchi e gli auto sabotaggi, ha visto la forza della rinascita pulsare, la voglia di risalire verso la luce punto e basta.

Ecco, sì, visto tutto e poi?

Quel che è non sembra, quel che sembra non è. (Il Tempismo Divino non è lineare.)

Qui cominciamo a toccare un nodo, quello del tempo. Gli umani vogliono tutto e subito, soprattutto se hanno capito la direzione ma questo non è concesso, semplicemente, senza troppi voli mentali. Ogni volta che volete qualcosa subito cercate di pensare al tempo che serve alla materia per manifestarsi. Un bimbo ha bisogno di nove mesi, l’insalata di 15 giorni (fate almeno una media), tutto ha in sé il miracolo della manifestazione della materia. Fermatevi dunque, dice Mercurio, a contemplare il cammino che state facendo, godete dell’eleganza dell’Universo.

Sì, sì, bello dice qualcuno, ma… qui non succede niente.

Aspettate, aspettate, la Pazienza aiuta a comprendere il paesaggio, il Viaggiatore frettoloso si perde il panorama e le informazioni che potrebbe trarne.

Da domani Mercurio esce dal cono d’ombra e cominceremo a vedere gli effetti, il pensiero tornerà a manifestarsi e ci saranno sblocchi.

Yuppiiiii… sento qualcuno dire.

Fermi tutti, prima di esultare dobbiamo passare i test.

Partiamo da un assunto base per smorzare sul nascere ogni mugugno: se siamo incarnati ora è perché siamo a lezione, ogni incarnazione serve a fare esperienze (da sostituire a errori e peccati) che riportino l’Anima alla Fonte.

Quindi, il prossimo test è l’eclissi di Luna del 30 novembre a 9° dei Gemelli.

Invece di subirla, approfittiamo e lavoriamoci su, se cavalchiamo bene l’energia è come prendere una scorciatoia.

Cominciamo a visualizzare cosa accade. La Terra si frappone alla Luna e al Sole quando la Luna è piena. Quindi dalla Terra vediamo solo la penombra che il pianeta Terra getta sulla Luna proprio nel momento in cui è piena.

Pensiamo alla Luna piena come momento del raccolto, è una Luna piena in Gemelli che richiama all’attività di Mercurio (Mercurio, domicilio diurno in Gemelli).

L’ombra quindi nasconde i risultati e ci canta il ritornello “Quel che è non sembra, quel che sembra non è.”

Si spalanca allora il momento magico e ci affacciamo sul bordo del cratere della nostra profondità: fermati! dice la Luna eclissata, ascolta il passato, torna al momento in cui avevi bisogno di essere amato e supportato. Guarda quanta strada hai fatto! Ora ti do l’occasione di rettificare!

Osserva, i trionfi sono davvero trionfi? Le sconfitte sono davvero sconfitte?

Guardate, è un’occasione d’oro, per gli Sciamani è la possibilità di perdere la forma, per i lightworker è il momento che precede l’azione, per tutti è un momento di verità che permette di tagliare il passato ed andare avanti.

Questa sorta di rivalutazione verrà avvertita da ciascuno in modo unico e soggettivo, ciò significa che anche all’interno di un nucleo familiare, ciascuno elaborerà l’energia in maniera unica. Ricordate sempre che il Libero Arbitrio è la Seconda Legge dell’Universo e verrà rispettata.

Avremo così alcuni Viaggiatori che tornando alle memorie dell’infanzia sentiranno gratitudine e la dimostreranno, altri riconosceranno le ferite subite, quelle inferte, potremmo anche fare tutto questo con tutti quelli che ci circondano andando in ogni direzione. E’ insomma un momento di verità, potrà sembrare dolorosa ma sarà necessaria, ci saranno addii definitivi e molti fili verranno tagliati.

Sapete che sono tempi straordinari ma sono anche incredibilmente diretti verso un futuro meraviglioso, sapere questo vi deve aiutare a riconoscere la necessità di una presa di coscienza. O preferite portare con voi zavorre vuote e false?

(guardate in che casa avete il segno dei Gemelli perché sarà il territorio favorito)

Ora, la notizia straordinaria, è che  ciascuno può decidere se vivere nel dramma, in relazioni tossiche e vivere come uno zombi che prende botte da ogni parte o, ripeto, oppure scegliere di essere felice.

Se riuscirete ad entrare nella verità che l’eclissi vi offrirà ci sarà una trasformazione profonda, una volta lì dovrete scegliere. Entrare nel vostro potere o sprofondare ancora di più nel tossico.

L’Uomo nuovo che andrà in 5D dovrà essere fiero di essere maestoso, l’Ego ormai bruciato sarà servito a metterlo sul sentiero di ritorno a Casa.

Facciamo esempi pratici mi dicono, bene, allora scatenate la vostra creatività. L’eclissi può suggerirvi una verità e così capirete che tipo di lavoro volete davvero fare. Chissà che qualcuno non cominci a friggere frittelle nel cortile per venderle ai vicini, o qualcuno apre un canale YouTube, una fattoria, le marmellate, l’orto, gli animali (allevamenti). Oppure, cure naturali, un ufficio virtuale a Hong Kong, un brevetto finalmente depositato (su cui lavorare dopo), buttarsi sul catering, volontariato, cesti di vimini, un negozio in Alaska. Insomma avete capito, tutto è possibile.

Lo ripeto, tutto è possibile!

Solo voi stessi impedite voi stessi.

Voglio concludere con un paio di cose, avrete capito che si tratta di scrittura canalizzata, non mi andava molto di dirlo ma oggi “di là” sono scatenati e vogliono dirvi questo:

“Non c’è tempo fra te e noi, non c’è distanza tra noi, siamo qui ad agitare le braccia, siamo commossi per quello che stai facendo, non immagini quanto sei amato… non immagini!”

Ok, mi stavano addosso finché non lo scrivevo, sapeste quanti sono e quanti ne avete intorno anche voi ma torniamo a noi.

Per chi è meno esperto in tecnologia, se non volete perdervi i contenuti, cliccate sulla campanella (da computer) o sull’icona segui se vi collegate da telefono e verrete avvisati riguardo nuovi scritti.

Ultima nota a livello collettivo, la profonda trasformazione ha tempi necessari. Molto, molto verrà alla luce, tutto quello che dovremo vedere sarà visto. Servirà per prendere lo slancio della rinascita, tutto freme già e chi ha un buon udito già sente il nuovo che avanza.

Tempo addietro (vi invito a ripercorre l’archivio) dicevo che saranno l’onore e i talenti i futuri metri di misura dell’Uomo e dicevo anche che chi si sveglia alla propria Maestà avrà ricchi premi e cotillon in cambio.

Sia chiaro, nessuno sconto, ciascuno decide per sé. Libero arbitrio.

(non vedo l’ora di parlarvi di una cosa, ma non è ancora il momento)

Vi amiamo cari Viaggiatori, (se non lo scrivevo mi tormentavano tutto il giorno), non dimenticare mai che il Cielo è dentro di te!

deve Su – Sulan

15 nov ’20 Il silenzio prima del sibilo … (l’amore)

Nel grafico potete osservare il cielo nel momento in cui si forma la Luna nuova (e altri pettegolezzi) alle ore 6,08 a 23° in Scorpione.

L’Arciere ha teso l’arco, è il momento in cui si concentra. La forza della concentrazione si ammassa sulla freccia, ogni tremore cessa e la pace si fonde con l’intenzione. Sorrideranno gli Sciamani, sorrideranno i Guaritori e Lightworker, ben conoscono la maestria ma, per chi non conosce ancora le “forze” ne parlerò con altra lingua e vi piacerà.

Vi piace il sesso? Sì?!? (oh, non vi stupite del linguaggio disinvolto usato da “loro”, quelli che vivono di là diciamo)

Eppure è una peculiarità tipica della dualità terrestre, il genere è presente in entrambe le sue componenti in ogni Anima; quando sceglie di reincarnarsi, sceglie anche il tipo di energia da manifestare, quella che serve maggiormente allo scopo della missione dell’anima.

Ciascuno di noi è una Scintilla divina che si manifesta in un corpo umano per fare un esperienza spirituale. Una vita terrena serve a comprendere chi si è in relazione alla nostra divinità. Ecco perché si parla di risveglio, è il cammino verso il ricordo perduto di questa divina consapevolezza. Questo è da sempre il messaggio dei Maestri, tutta la polvere del pianeta è stata calpestata dai passi dei Maestri di tutti i tempi che hanno ripetuto la notizia: siamo Esseri Divini.

Torniamo al noi, torniamo all’oggi, il 2020 è uno spartiacque anche per quanto riguarda l’amore. Il lento lavorio dell’assemblea di pianeti in Capricorno ha lavorato sui valori, ciascuno ha dovuto fare i conti col presente e prenderne coscienza onestamente. Il cambiamento del singolo è avvenuto (sta avvenendo) mentre tutti intorno a lui sono in cambiamento. Questo è servito anche a prendere le distanze, lo sguardo onesto nei confronti del benessere ed equilibrio personale ha cominciato a mettere confini. L’amore per se stessi ha cominciato ad emergere purificato da certi presunti peccati senza origine. L’Io e Te, Io e Noi, tutto è stato osservato, decisioni sono state prese. Certo, sono emersi anche i lati ombra con i quali ciascuno ha combattuto, ma sono serviti a vedere meglio nel buio. L’individuo sta emergendo, gli stravolgimenti stanno rifondando le basi morali, con dignità e consapevolezza l’Uomo nuovo sta nascendo.

Torniamo al sesso, sì perché tornerà alla sua funzione salvifica di energia creatrice. Troppo esoterico vero?

Usiamo altri esempi.

Immaginiamo due sfere di energia invece di due corpi umani, vi è più chiaro cosa accade?

Arriveremo a vedere tutto questo ma in questo momento possiamo accedere a questa certezza solo attraverso la fiducia che sia proprio così. Avete capito che parlo di fede, non cieca ma credo perché sento e dunque so. Questa è la connessione con l’intuizione di cui parlerò allo sfinimento. (Don Juan)

Le Anime che si stanno risvegliando hanno cavalcato il drago, stanno fluendo col cambiamento, la visione si sta facendo più lucida. I confini sono stati messi, l’amore per se stessi riconosciuto, ora si deve costruire il ponte con gli altri.

Un ruolo fondamentale per arrivare a questo punto è stato quello giocato dalle Anime gemelle. Tutti quelli con cui cresciamo spiritualmente sono Anime gemelle, Anime che si amano tantissimo di là dal velo e che accettano di impartirsi lezioni reciproche durante le incarnazioni.

Dobbiamo a loro la forza che acquistiamo e ci aiutano ad andare avanti.

Ben altra faccenda invece è quella che riguarda le Fiamme gemelle, dove due metà di una mela si ritrovano. La mela non è però l’esempio migliore, meglio una faccia di un poliedro.

Alzando gli occhi al cielo vediamo che la Luna è nuova alle 6,08 del 15 a 23° Scorpione, si congiunge perfettamente al Sole a 23°. Mercurio in Scorpione è opposto a Urano in Toro, i segreti non saranno ammessi. Venere dalla Bilancia urla in faccia ai tre Demolitori in Capricorno, “basta! Non ce la faccio più”. Il Sole però, questa notte abbraccia la sua sposa, Luna, sono stati cullati dalle onde del mare (emozioni – Nettuno in Pesci retrogrado) e hanno ascoltato i saggi (Saturno – Giove – Plutone in Capricorno).

Amore, brodo cosmico in cui esistiamo, reclama la sua parte e prima che la freccia parta (Marte torna diretto il 14 nov, era retrogrado dal 9 settembre) le Fiamme stanno iniziando a vibrare.

La riunione delle Fiamme gemelle servirà a costruire il futuro, prima però devono liberarsi del vecchio. Deve avvenire come un salto quantico, riuscire a trasportare il Sé in un territorio nuovo ma con le abilità del Guerriero. Non parlo a caso di Guerriero perché le Fiamme che si stanno per riconnettere dovranno seguire scopi comuni. Già qui vi arriva un’indicazione, se incontrate qualcuno che vi sembra familiare e che ha una visone comune alla vostra del futuro è potenzialmente un aiuto sulla vostra strada.

Continuate ad immaginare sfere di energia invece di persone, immaginate due energie che si fondono in armonia (amore) e avrete una vaga idea della potenza.

Ora ci sarà movimento, quello che è stato sospeso e quindi osservato, avanzerà. Certi ripensamenti d’amore sono possibili, in tutte le sfumature. A che punto sei?, chiede l’Universo.

L’intuizione allora sarà la guida, chi ha compreso il proprio valore saprà scegliere ciò che lo completa da ciò che lo separa. Tutto dipenderà da quanto è saldamente radicato nel proprio potere, allora vedrà ciò che lo completa. L’Amore non sarà dipendenza, ciascuno la propria Essenza.

Sono benedizioni, il libero arbitrio farà decidere se accoglierle o rifiutarle ma state certi, lassù c’è un gran gran daffare per far armonizzare le strade d’incontro. Segni, coincidenze, sensazioni, sogni, canzoni, pensiero che si fissa, sembra un gigantesco tiro alla fune di fili arcobaleno che da “là” stanno lanciando di “qua”. Vi ho detto che sono buffi e molestatori come cuccioli di là, certe volte? Sempre con amore e per amore….

Il Maschile e il Femminile si incastrano per generare e il frutto saranno intenzioni e azioni per il nuovo futuro. Il sesso finalmente verrà riconosciuto come generatore di energia? Diciamo che lo sarà in futuro (non lontano) e che nel frattempo cambieremo approccio. Stiamo rinascendo e l’incontro delle Fiamme gemelle farà vibrare il mondo, se non potete immaginare tutto questo, lasciatevi un tempo per fluttuare, qualche eco arriva…

Un’ultima cosa, ssssssssstt… i segreti stanno per venire alla luce e i nodi al pettine, comprese le verità interiori.

Entro dicembre invece porterò alla luce una novità, credo che vi divertirà.

11.11.2020 Pronto, chi parla?

11:11 è il numero verde dell’Universo, il centralino di Dio mi verrebbe da scrivere ma non sarebbe esatto. Immaginiamo invece quei segnali acustici che si usano sul mare quando c’è nebbia, oppure la campana che invia i suoi echi lontano o ancora il lampeggiare di un faro durante la notte o la tempesta.

E’ un numero maestro, chiamato anche l’illuminazione, in un solco comune scorre il suo significato di porta verso il futuro; la prima decina si arricchisce di un’unità e inizia una nuova decina o ciclo. Fa parte dei segni  di cui l’Universo è brodo, siamo immersi in un brodo d’amore che ci molesta con segni d’amore ma nella 3 Dimensione è difficile, dannatamente difficile, riconoscerli. Dalla fine dello scorso secolo/millennio, in tutto il mondo le persone hanno iniziato a notare numeri doppi ricorrenti. La tecnologia indubbiamente è stata facilitatrice di questo fenomeno perché a partire dalle radiosveglie ai vari device sempre sincronizzati è aumentata la possibilità di vedere queste combinazioni. Eppure, il fenomeno è stato sempre più potente e sempre più persone hanno iniziato a notare le sequenze gemelle.

Sono iniziate le domande, cercando nel confronto con altri un qualche tipo di risposta, intanto sempre più persone ne iniziarono a parlare.

Curioso vero, soprattutto perché nel frattempo una fluttuante comunità spirituale ha iniziato a parlare, raccontando una transizione verso un futuro meraviglioso. (so che qualcuno ha appena alzato gli occhi al cielo, succederà ancora… haha haha)

Tornando ai numeri, attraverso il numero 11 si è quindi aperto uno stato di coscienza e collettivamente abbiamo iniziato ad afferrare più saldamente il timone per orientarci.

Dove?

Eh! Dipende, dipende dal ciascuno perché il libero arbitrio è sacra legge dell’Universo.

Per chi ha compreso di essere un Viaggiatore interdimensionale tutto questo è noto ma per chi ancora cerca risposte e pace?

Partiamo dall’inizio, tutto ciò che vi fa stare bene, nella piena scelta del vostro pieno benessere,  è scegliere di stare bene. Nella frase precedente si nasconde la necessità di essere onesti però e di essere liberi da dipendenze e condizionamenti. Imboccare la strada della pace è prendere la decisione di stare bene. Capite perché insisto su questo? Ci deve essere una scelta consapevole verso il benessere, dopo, si comincia la guerra.

Ma parliamo ancora della pace, è stata la tecnologia uno strumento casuale o l’Universo ci ha dato la tecnologia per stabilire un contatto?

Se guardiamo il quadro d’insieme, la fine del millennio, il cambio precessionale, hanno comunque introdotto ad un nuovo ciclo di cui vediamo già i segni.

Sotto l’aspetto astrologico diciamo che Saturno ha fatto l’avanguardista (moto diretto in Acquario) poi è tornato (retrogrado) e ha riferito (Giove e Plutone in Capricorno). Giove andrà proprio in quel luogo annunciato e già si prepara, è talmente grasso e grosso che è già lì, preparandosi ad una transizione sparata nel futuro (di Giove ne parlerò moltissimo).

Ieri abbiamo avuto l’annuncio che l’uomo andrà 10.000 leghe sotto i mari e che viaggerà in capsule sparate a velocità incredibili dentro tunnel.

Questo è quello che già si intravede e tanto altro arriverà.

Ma, sempre ieri, c’è stato un grande annuncio dato in sordina che contiene una verità profonda che invece va urlata :

The Lancet;

https://www.thelancet.com/journals/lanpsy/article/PIIS2215-0366(20)30462-4/fulltext

Il legame tra il disagio psichico e virus. Disagio psichico, infelicità, la cui controparte è equilibrio psichico e felicità.

La via è dunque indicata per chi sa  e vuole vedere ma per chi ancora non vede, chiedo solo di fermarsi un istante. Davanti a un bivio, scegliete di fidarvi dell’Universo, se fino ad ora eravate in modalità “mai ‘na gioia” ora scegliete di fidarvi.

Non costa niente, è gratis!

Stessa situazione, stesse chance, potete decidere, sono ottimista! Perché? Non lo so, ho deciso di esserlo, punto e basta.

 Provate, ma dovete metterci tutta l’intenzione, che è l’ingrediente magico del Mago.

Vi dico cosa accade dopo, iniziate a sentirvi più elettrici e vitali, le idee cominciano a fluire e intanto sorridete più spesso. Il sorriso scatena le endorfine e comincia crearsi un circolo benefico. Più vi aprite più le combinazioni si fanno evidenti e si aprono strade nuove. Se continuate a tenere il timone verso la felicità (perché cominciate a sentirvi finalmente dannatamente bene) iniziate la guarigione.

Quello che c’è nel futuro è la Guarigione, proprio così. Sarà così perché i bambini, i piccoli, saranno guariti prima di tutto.

I piccoli sono le anime giovani ancora immerse nel sonno, hanno tutto il potenziale ma non lo riconoscono ancora. Siate gentili con i piccoli, non urlate loro “svegliaaaaaaa”, non giudicate il sonno ma accarezzate quelle facce preoccupate. I piccoli sono sempre stati cari ai Maestri che hanno camminato sulla Terra… Cominciate a dimostrare con l’esempio che nessuno è solo. Mi rivolgo ai lightworker, prendete posizione quando vedete intolleranza sui piccoli, è giusto avvisare il fratello del pericolo dell’errore ma va fatto con amore.

Una vasta ondata di amore ci sta per investire, lasciate che il Tempo si increspi e poi rilasci, oggi dite SI’ all’Universo e siate semplicemente felici.

Ultima cosa, sssssth, segreto, siamo destinati ad innamorarci tutti.

(… e tanti … e no, non posso dirlo ma è una cosa bella)

Ora sta per avvenire una nuova contrazione, la congiunzione Giove Plutone farà il suo lavoro, sarete tanto bravi da diventare guerrieri? Siete pronti ad indossare la nobiltà come un antico cavaliere?

Ricordate le munizioni… il sorriso colpisce ed è contagioso.

7 nov 2020 Sarò fuoco e tempesta

Eh, miei cari Viaggiatori oggi la voce è potente. Bene, saltiamo dentro il vortice e cominciamo. Guardate il grafico, anche se non sapete niente di astrologia vedete che quei segni rossi non quadrano… invece quadrano.

Si chiama appunto aspetto di quadratura quando ci sono 90° di distanza tra un pianeta e l’altro, significa frizione, attrito. Ci sono anche opposizioni, in quel caso i pianeti sono uno davanti all’altro e fanno il tiro alla fune. I segni rossi in linguaggio 3D indicano sfregamenti, le energie dei pianeti creano reazioni perturbate. Nel linguaggio 5D questi invece sono i momenti di rilascio, pensate in maniera astratta a palle di energia che interagiscono formando increspature, movimento, pulsioni. Torniamo sulla Terra, parlo ai lightworker. Si tratta di un’etichetta più o meno intimamente auto-attribuita o siete pronti? Forgiati come guerrieri vita dopo vita, avete tutti gli strumenti, avete avuto la chiamata e ancora tentennate? Forza ragazzi, il momento è arrivato i Fari devono accendersi. Se questo messaggio è per te, comincerai a vibrare dentro, ascoltati. Hai sofferto, sei stato trasformato, si morto e risorto dentro, sei pieno di amore ma non sai da che parte cominciare a dirlo. Eh, mio caro/a, non c’è cosa più dolce che ti potrei dire ora… tu sei amore. Sì, tu sei amore, tu sei una cascata di amore, un oceano di amore… e potrei andare avanti all’infinito. Ma la verità è sempre una, tu sei amore.

Accetta di esserlo, dì di sì… accetta e chiedi nel tuo intimo, scendi dentro te stesso/a e trova le parole per descrivere la tua verità e poi dilla. Mio caro Viaggiatore, è un momento così potente, riconosci la tua spada di Giustizia perché tutte insieme costruiranno il ponte.

Per tutti, essenzialmente, il senso di questo cielo scatenato è quello di far emergere l’integrità e la chiarezza. Il pianeta sta lavorando su questo e ci vogliono i Fari quando c’è buio e non si conosce la strada. C’è bisogno di Fari, lo ripeto, ciascuno sia Faro. Ciascuno prenda posizione, parlando con chiarezza ed onestà, in totale integrità. Questa è la terza onda, salite sulla cresta, urlate la vostra verità Fari, la morte non esiste e siamo i guerrieri che hanno scelto di cambiare il pianeta. Tutti gli abitanti del pianeta sono qui per un immenso, inimmaginabile atto di amore. E se vi chiedete cosa succede dopo la morte, la risposta è, la stessa cosa che è successa la volta prima.

E ora,

ecco il senso del titolo:

siate fuoco e tempesta, divampate nell’integrità e nella Giustizia, parlate con la lingua dei grandi e la saggezza dei mistici, siate esempio di lealtà e onore. Fate che quello che dite corrisponda a quello che fate, ogni tanto fermatevi e ascoltate il fuoco dentro, è il vostro potere che si sta alimentando. Il passato e il presente si stanno sfumando come ologrammi, state saldi dentro voi stessi. Amore, dovete ascoltare l’onda che cresce, vi farà male il petto, è il chakra del cuore che si sta espandendo accettate e dite sì. Sì. Sì. Sì.

Nel momento di profonda comunione, quando sentirete l’emozione attraversarvi dovete capire chi siete. Siete un trasformatore di Luce, applicate la consapevolezza e l’intenzione e liberate l’onda di amore. Non chiedetevi dove va, non è affar vostro, l’Universo la distribuirà là dove serve.

Qualsiasi sia il tuo credo, la tua religione, mio caro/a, sei un Essere di Luce e la tua preghiera (atto di amore) è la tua potenza nell’Universo.

Presto vedremo anche l’amore nelle coppie divine, le fiamme sono in agitazione, vi piacerà quando ne parleremo.

Vi stupisce se vi dico che vi amo? Onore a voi guerrieri! Siete celebrati di qua e al di là del velo.

Sulan

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: