5 Gen. ’22 Essere o non essere?

5 Gen. ’22 Essere o non essere?

Bollettino cosmico: idem

Cari Viaggiatori, anche se appena approdati a questa riva, accogliete l’invito ad entrare in uno spazio di pace. Cominciamo così, dalla base necessaria, qui non ci occupiamo del buio ma della Luce ed i messaggi sono dedicati ai Viaggiatori di punta, i pilastri di Luce. Il buio sta facendo il suo “sporco lavoro”, verrà vista anche l’idiozia del male e questo è necessario, è necessario cari, alla trasformazione del Pianeta.

La preparazione è iniziata molto tempo fa ma le condizioni non erano pronte a manifestarsi fino al momento del passaggio da un’Era all’altra. Sino dagli anni ’70 la percezione del tempo è accelerata e in questo momento viaggiamo a 7x. La memoria dei viventi è corta, questo scarto in avanti  perdi più favorirà l’effetto Mandela, per questo motivo siete invitati ad avere un diario. Zero gradi della Nuova Era è nato con la funzione specifica di agenda storica (inserire note, appunti e fogli), perché l’effetto dissolvenza cancellerà lentamente il passato. (per chi volesse,  il libro  è acquistabile QUI : https://viaggiatorinterdimensionali.com/stazione/ )

Questo punto del processo di trasformazione sarà la nota dominante dell’anno, sapete bene che la separazione è in atto e coglierete anche il rallentamento di chi sceglie di sostare nella palude della 3D. Rallentamento, preannunciato (nel libro a pag. 310, Note), molti nella 3D stanno rallentando e rallenteranno sempre più vistosamente. Tutto è cominciato molto tempo fa …, non scordatelo Viaggiatori e non scordate neppure di essere gli osservatori.

Mentre parte dei viventi annaspa nella palude della 3D, i Viaggiatori solerti stanno affrontando il processo di trasformazione profonda, personale. La famosa “notte buia dell’Anima” ha colpito i valorosi per poi restituirli al flusso, potenziati e pronti ad un passaggio di Coscienza superiore. Accogliere dentro di sé il senso della Vita, affidandosi con fiducia e ottimismo al fiume, porterà lontano il Viaggiatore. Il primo laccio, zavorra, da tagliare è il falso rapporto con l’amore, quello cioè che non nutre ma divora. Ci vorrebbero molti esempi perché i percorsi personali saranno unici e non si possono elencare tutti ma, una nota di sottofondo comune è la revisione. Il Grande Orologio ha incaricato Venere di tornare indietro, nel passato, nel luogo più segreto dell’Anima (Plutone) a cercare il potere personale. Ama te stesso.

Se questo messaggio fosse letto da un narcisista con problemi di dipendenza da sesso, questo potrebbe scatenare ancora di più l’aberrazione morale della malattia che lo affligge. Narcisisti, manipolatori, vampiri di energia,  depressi, malati (nell’Anima), tutto questo carrozzone 3D è irresistibilmente attratto da chi ha scelto la Luce. E’ ora di rendersene conto Viaggiatori, molti hanno accettato abusi energetici perché la natura empatica è la vostra essenza.  Quando Venere e Plutone si sono incontrati per la prima volta, il coperchio si è sollevato e in questo momento è possibile guardare la zuppa interiore che bolle. Quando tornerà al moto diretto, ultima fiutata, aggiustamento di sale e spegnere. Zuppa pronta, ovvero: avete visto i modelli condizionanti? Li avete superati, anzi, scavalcati? Senza annoiare con date, sappiate che tutto avviene in gennaio, è una rampa di lancio verso la Verità interiore. Il vostro modo di amare a confronto con il resto del mondo, dal piccolo (la famiglia- partner-amici-colleghi), al grande (la collettività a cui si sente di appartenere). Le aspettative di equo e reciproco rispetto sprizzeranno nelle vostre parole e qualcuno, si stupirà di ascoltare se stessa/o mentre le pronuncia. Plutone è nascosto nelle profondità e aspetta solo di essere portato alla Luce, proprio perché vive nelle tenebre. Tutto questo potente fattore è veicolato sull’aspro terreno del Capricorno che notoriamente non ama smancerie e piagnistei.  Visione nuda e cruda ma liberatoria, una visione che è passata attraverso la Nigredo per risorgere nell’Albedo: la Coscienza del Sé.

Per molti Viaggiatori, Venere festiva ha permesso di osservare crudamente la discrepanza tra l’illusione del modello ereditato ed i veri bisogni della propria Anima. Molti, dopo aver attraversato la palude del senso di colpa, vedranno semplicemente persone e pur amandole, salperanno per altri oceani. I legami di sangue verranno visti con compassione e non  con gli occhi dell’ego; amore e compassione permetteranno di seguire la propria missione dell’Anima con serenità, accettando semplicemente la diversità.

Molti Viaggiatori sono Lavoratori di Luce o Starseeds, sono i semi di stelle che porteranno Luce al Pianeta. Un proverbio messicano recita: “mi hanno messo a terra ma non sanno che sono un seme”. Niente di più vero. Cercate di indagare chi siete, cercate la vostra appartenenza, la vostra Tribù dell’Anima …  chi siete?

Non certo ciò che vedete nello specchio!

Quella è l’illusione della materia che cerca di contenere l’incontenibile grandezza della vostra Anima. Non credete a ciò che vedete, è un ologramma, una increspatura che nasconde la magnificenza.

Cercheranno di umiliarvi, fatevi scudo con la dignità. Cercheranno di sminuirvi, troveranno un bastione fortificato. Cercheranno di fermarvi, sarete ormai lontano. Se ciò che pensate è coerente, la vostra realtà cambierà di riflesso. Ciascuno è il risultato di ciò che pensa. Ciò che si pensa crea la realtà.

Dopo il lavoro di inizio anno di Venere e Plutone, la prima nota soave verrà avvertita nella pace e nella tranquillità che si formeranno intorno. Il luogo morbido in cui la creatività viene incubata è appunto la pace del cuore e della mente. Non permettete a niente e nessuno di travalicare i recinti di protezione della pace.

“Eh, ma io…,  ma come si fa, perché questo, quello, etc. Bello, ma mica tutti possono… io ho questo problema, lui quell’altro, loro la pensano così, sono costretto… ect, etc, etc,”

Spiacenti, se vi siete riconosciuti in qualche punto,  c’è qualche gne gne gne ancora annidato da qualche parte. Approfittate di gennaio per vedere da vicino. Siete i Capitani della vostra Anima!!! Lasciate l’illusione di cambiare gli altri e cambiate voi!  Non potete cambiare gli altri, potete solo cambiare voi stessi. Uscite dai ruoli e dai luoghi comuni e liberate la vostra essenza. Magari invece di lavorare nella Pubblica Amministrazione amate fare i DJ o i giardinieri. Torneremo alla Natura e se già sentite il richiamo… che aspettate? Il Cielo vuole cuori pieni passione ed aspetta solo di co-creare con voi, dovete solo crederlo!

P.S. Tempo di  grandi lavori di pulizie, sgombero locali, traslochi, trasferimenti, alleggerimenti. Via gli inutili fardelli! (compresi quelli del passato)

We Love You

Loro (& Sulan)

2 risposte a “5 Gen. ’22 Essere o non essere?”

  1. E’ difficile come lo è per Loro, Lassù. Ciò che provano i giusti e le Anime antiche qui è lo stesso dolore, lo stesso del Maetro quando ha camminato tra noi. Tu, noi, siamo riflessi della stessa sostanza, l’Uno. Nei momenti di paura o di dolore,Salmo 23!!! Si una Scinilla divina, non smettere nemmeno per un secondo di crederci e nulla ti turberà, compresa l’accetazione del dolore (che è illusione della vecchia programmazione). Non sei sola, nessuno è solo!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Oggi è il mio compleanno. Sono felice e triste allo stesso tempo. Lacrime di gioia e di profonda tristezza scendono dai miei occhi. Nessun motivo apparente, eppure c’è un dolore profondo che contorce le viscere della mia essenza. Sto pregando Dio per le anime delle persone che amo.
    Quelle stesse persone che mi hanno fatto del male senza rendersene conto, perché non sapevano quello che stavano facendo. Vorrei poter prendermi carico del loro dolore, perché so che per loro sarà insopportabile…il solo pensiero stritola la mia anima. So di essere empatica e sensibile, così come so di non potermi fare carico del loro percorso karmico. Ma allora perché è così difficile seguire la mia strada senza lasciarmi confondere dai rimorsi di coscienza?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: