22 Ott. ’21 La Morte e lo Scorpione

Bollettino cosmico: tempesta (continua)

23 Ott 2021, 04:53  (UTC) – SoleScorpione 0°00’ Scorpione

Nel grafico potete vedere le linee che disegna in cielo, l’entrata del Sole nel segno dello Scorpione. Nell’antico linguaggio dei tarocchi è proprio l’arcano maggiore della Morte che rappresenta e raccoglie la sintesi del segno. Tutti gli Incarnati hanno da qualche parte il segno dello Scorpione nel momento della nascita e quel settore è quello che indica la maggiore trasformazione durante la vita. E’ la capacità di rinascere dopo la morte, dopo il dolore, dopo la malattia, la delusione, il tradimento, l’abbandono.

 Lo Scorpione offre casa a Plutone e Marte, due guerrieri con i cocones, che non esitano ad aprirsi strada col machete. La fretta non abita nel segno, di solito, perché la strategia la fa da padrona e preferisce restare occulta fino al momento in cui sferra l’attacco.

Plutone, oramai si è capito che tipo è, guarda spietatamente alle debolezze e colpisce esattamente nel punto irresoluto. E’ il chirurgo che usa il bisturi, taglia le carni, espone ed esporta il male, chiude, ricuce. Marte è bellicoso e generoso ma con la sobrietà di un picaro, se si sbronza perde la testa e tira spadaccinate a caso. Se l’intero clan, Pluto-Marte-Scorpio, si lascia andare oltre i limiti è autodistruzione.  Non è un caso che il tempo dello Scorpione venga nel modo in cui verrà, intensamente.

 Alla domanda, quanto durerà tutto questo?, la risposta era stata: fino a quando non avverrà lo spostamento di massa critica.

Le buone notizie erano già state date ma nessuno le ha ascoltate, la vittoria della Luce ha già segnato il risultato, ora deve solo manifestarsi.

Ci sono tempi tecnici sapete? Anche Lassù l’organizzazione richiede tempo e scrupolosità massima e ancora si ricorda che una delle lezioni da apprendere è la pazienza (Temperanza nei tarocchi), sapersi arrendere ai tempi tecnici. Se alla pasta occorrono 12 minuti di cottura, ne servono 12, punto. Nel frattempo, mentre si aspetta si fa altro o siete di quelli che osservano l’acqua ossessivamente fino a quando non bolle e poi covano la cottura? Nel caso fosse, avete già imparato la pazienza e potreste insegnarla (ridono).

La morte è un tabù, fa paura ed è meglio scherzarci sopra perché a prender l’idea seriamente vengono i sudori freddi. La morte è la morte e basta (dicono i dormienti), se si prova a mostrare l’immagine specchiata, la maggior parte delle reazioni sarà un’apertura negata.  E’ così… e basta.

Però, per un lampo, per un secondo, il cuore ha volato chiedendo di riconoscere l’eternità ma poi la mente torna, dice di non farsi fregare, che tanto è sempre la solita realtà e non è possibile che ce ne sia un’altra. Passo e chiudo, comunicazioni chiuse, stop.

Eppure, pensare alla vita senza la morte è come pensare ad un giorno senza notte, una inspirazione senza espirazione, un tic senza un tac. La Vita è dinamica, è bianco e nero nello stesso tempo, è andata e ritorno ed è un su e un giù. La morte permette di chiudere un ciclo per permettere ad un altro di cominciare.

Comprendere i cicli significa vincere la morte.

Lo Scorpione, segno della metamorfosi, offre carne per tutti i palati. La sua energia, in basso, può portare al suicidio, alla malattia mentale, alle dipendenze, alle ossessioni, alle perversioni, alla vendetta etc. e all’assassinio.

Le sue potenzialità, lasciate volare invece verso l’alto, al contrario portano all’illuminazione. L’uso delle energie scorpioniche permette di squarciare il velo della morte e vedere la perfezione dell’Universo. Dallo scorpione insetto, il Viaggiatore, si trasforma in aquila, simbolo dello Spirito dell’Uno.

Su o giù, è deciso dal libero arbitrio di ciascun Incarnato.

Se fosse sempre notte si potrebbero vedere le cose? No, serve un po’ di luce. La accendiamo? No, no… meglio restare così.

Immaginate un buco nelle nuvole da cui sono tutti affacciati a vedere le reazioni, confabulano tra loro, discutono e osservano.

 “Eh no!”, dice l’Universo, “così non si può… facciamo allora avanzare il buio, affinché la Luce venga richiesta”. 

Il buio si mette subito al lavoro ma non è un granché creativo e ripete il copione, arriva al punto di dir stronzate talmente enormi da aspettarsi una reazione, fa goffi tentativi, s’inventa l’impossibile ma niente…  ”Niente, non basta ancora, ancora non chiedono più Luce,” dice il buio, “io non so più che fare…” (non solo il buio non è intelligente ma è anche privo di creatività. È banale.)

Stanno persino distribuendo una pillola blu gommosa come premio… ma più di così?

Ma più di così? Quando chi sta facendo il lavoro buio ed è ai vertici, dice, a più teste e in più luoghi, “è stato scelto” non sta dicendo una cosa inconsistente ma al contrario, è sostanza.

La scelta.

La scelta è/sta avvenendo, è un test di Coscienza Autocritica o Anima. (non di QI)

Nella palude oscura della 3D, chi terrà la testa abbassata non vedrà la luce. Non vi stupite Viaggiatori, le realtà stanno viaggiando parallele ma il sotto rifiuta di vedere il sopra. Sia che si tratti di fede/fiducia e sia che di verità.

Assisteremo al tempo del rifiuto.

La resistenza al ciclo superiore è inevitabilmente nata sconfitta, i cicli premono per nascere. Il tempo del rifiuto durerà fino a quando raggiungerà di nuovo la massa critica di Autocoscienza Critica della Collettività.

I due mondi, la cesura che inevitabilmente separerà i due mondi sarà invisibile dalla 3D mentre la 5D lentamente prende il largo, imbarcandosi sul ciclo successivo. E’ già stato detto che sta per iniziare il tempo dei congedi, come alla stazione, ci saluteremo tra Anime che prendono direzioni diverse. Questa è la visione dall’altra parte del velo, questo è quello di cui ha parlato il Maestro. Chi viaggia, viaggia verso la rivelazione della Vita (che è eterna), chi resiste muore da vivo.

Lo Scorpione porta la vendemmia al tino e l’olivo al frantoio, da questa vita nessuno ne uscirà vivo, nella carne (forse ma pare non sia nemmeno detto) ma come avrà vissuto, sarà scritto nelle stelle per l’eternità.

Non sarà un tempo facile per chi si ostina nella cecità della penombra, il male, il buio sono diventati persino una farsa patetica, i loro sforzi si stanno trasformando in apoteosi della commedia dell’idiozia pur di smuovere dalla rassegnazione dell’oscurità.

Ottobre… Novembre, aimè saran oscuri.

Tremenda la colpa di cui si macchia chi tocca i bambini, tremenda la faccia del male che viene svelata perché inaspettata, la ragione senza una ragione collasserà.

Amati Viaggiatori, non vi stupite del vostro stupore, vedete qualcosa che altri non vedono, celebrate piuttosto il vostro Innato che vi ha guidato, ricordate che siete guerrieri di Luce preparati e che siete qui, ora, per scelta d’Amore.

Siete Luce fatta carne, siatelo e basta. In voi trovate le istruzioni, in voi il giusto e lo sbagliato, in voi la gioia e la quiete.

Siate Luce e siate esempio, il cammino si illuminerà davanti a voi mentre attraverserete la palude della morte (Scorpione), dentro di voi sapete di essere nel luogo giusto, al momento giusto, sapete bene che ora tocca alla Luce.

Con Amore immenso ed eterno

Loro

(& Sulan)

P.S.: La Guida comincerà a servire.

Pubblicato da Deve Su

Bollettino cosmico per viaggiatori interdimensionali. Avvisi ai naviganti, mappe cosmiche e tanta gioia. Io mi diverto e voi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: