26 Mar. ’21 Dubbi e reti

Bollettino comico: attenzione! Scogli sommersi.

Tante volte è stata fatta menzione riguardo ai tempi straordinari che stiamo vivendo. Ora che lo sguardo può girarsi abbastanza nel lontano, sta emergendo con lentezza implacabile la consapevolezza della straordinarietà. Questo genera confusione.

La guarigione riguarda tutto il passaggio e lo stato di confusione è parte del processo. Quindi, niente di straordinario, solo passaggi di trasformazione da uno stato all’altro. Se prendiamo l’esempio dalla chimica, in termodinamica si chiama entropia questo processo, fate un salto sul dizionario on line, sarà facile comprendere il concetto di “funzione crescente della probabilità” e abbinarlo al momento.

I pensieri sono in fondo (sic!) semplici impulsi elettrici e con un poco di immaginazione si dovrebbe immaginare una specie di rete lassù, qualcosa che assomiglia ai fili dei filobus, fili elettrici sparsi ovunque, sempre lassù, che si collegano a questa rete. Immaginiamo uno spazio di rimbalzo, da sotto a sopra e da sotto la rete a terra. Una bolla. In questa bolla corrono gli impulsi elettrici dei pensieri emanati da ciascun incarnato, la somma è il pensiero collettivo. In poche parole, se una persona è depressa, emana pensieri depressi o basse vibrazioni, al contrario se invece una persona è in pace, emana tranquillità e bilanciamento, le cosiddette alte vibrazioni.

Nel tabellone, mi ricordano di dire, le vibrazioni basse valgono meno di quelle alte, quindi se giocate a figurine, cercate quella con le vibrazioni più alte in assoluto. Regola del gioco.

La trasformazione sta riguardando tutti e la presa di coscienza è dolorosa, il passato è distrutto, intorno solo caos e nessuna visione sul futuro. Questo è spaventoso oltre che doloroso, molti incarnati sono oppressi e schiacciati, altri accecati dalla rassegnazione anche della resistenza, ciascuno a suo modo in cerca di un porto sicuro dove attraccare.

Guardatevi.

Guardatevi l’un l’altro. Non dite niente, solo guardatevi. Tutti in cammino nella stessa trasformazione. Osservate il cambiamento che sta avvenendo dentro voi stessi, va bene attraversare la notte buia dell’Anima, va bene! Anzi, è eccellente, significa che siete in assetto coi tempi. Male se resistete, approfittate di ogni secondo per liberarvi dalle catene.

La trasformazione riguarda rilasciare, rilasciare le catene che legano l’Anima. Viviamo in un Universo di possibilità, lo stadio di entropia ci pone davanti l’opportunità, o meglio, la funzione crescente della probabilità. Probabilità di cosa? Di essere la versione potenziata.

Risulta essenziale un ribaltamento della forma pensiero (vibrazioni), guardando al passato come qualcosa a cui essere grati occorre fissare la certezza del proprio valore attuale, quello raggiunto. Quindi non più etichette, indottrinamenti, manipolazioni e ferite, stratificate sulla percezione dell’Io ma una potente visione del Sé che diventa conscio dei propri potenziali. Occorre però una direzione, una visione verso cui orientare gli sforzi, questa primavera servirà proprio a questo. Ciascuno a suo modo, nel suo cammino karmico, tutti verremo chiamati a creare una visione del futuro. Questo è il periodo per riconoscere il piacere, ciò che nutre e fa felice, quello che dona piacere agli occhi e al cuore, le cose nuove fresche, i bambini, le spose.(volevano che aggiungessi anche le rose ma mi sono rifiutata!)

Cambiate look se serve.

Chi è ancora giù? Molti, ci sono molti segni e gradi coinvolti e tutto riguarda la resistenza.

Quando un pianeta lavora sulla testa è sempre per portarci ad un livello superiore ed è attraverso quella trasformazione che potremo avanzare. La resistenza crea un blocco e il blocco crea stagnazione tossica.

Facciamo qualche nome.

Chi è nato intorno il 7 febbraio (10° Acquario) sta portando sulla groppa Saturno, la flemma viene dunque messa a dura prova e i ricordi del passato giocano un ruolo importante. Saturno è lì per insegnare il valore del Sé…

Chi invece è nato intorno al 28 aprile (8° Toro) ha sopra la testa il ballo scatenato di Urano che sovverte tutto all’improvviso. L’amore, la casa, il lavoro, l’ambizione, il lasciar andare… Urano non molla fino a quando non ha finito il suo lavoro. La decisione è: uscirne migliori o peggiori?

Per chi è nato invece negli ultimi giorni del segno del Capricorno, Plutone sta davvero devastando la vita e la trasformazione sarà possente. Ve ne accorgerete dopo… quando vedrete che giganti siete diventati nel frattempo se avrete deciso di aprirvi, tenete d’occhio l’ombra (dispotismo, egoismo). Siate la forza, il coraggio e la magnanimità del leone e non oppressori di voi stessi e degli altri.

Tutti in cammino, questi sono solo piccoli esempi ma se guardiamo in grande vediamo che i segni mobili stanno subendo maggiormente l’impatto. Vergine, Pesci, Gemelli e Sagittario sono i cuscinetti che permettono la frizione tra i segni fissi e cardinali. Da lì sta ripartendo tutta la ruota, quindi se siete di questi segni (o se avete l’ascendente) siete più avvantaggiati nella sintonizzazione delle nuove frequenze. Cercate di alzare le vibrazioni del pensiero, immaginatevi in battaglia col vessillo e lo dovete tenere alto affinché  sia visto da tutti. Sono tutti e 4 gli elementi a favorire il movimento (primavera Pesci/), la creazione della visione del movimento in avanti. I segni fissi sono sotto trasformazione, sono resistenti e come tali resistono anche al lasciar andare. Indagate nella vostra carta del cielo i settori coinvolti, Acquario, Leone, Scorpione e Toro, se avete il Sole o Ascendente o altri pianeti in questi segni, siete nella centrifuga. I segni cardinali stanno riposando dopo la battaglia, Capricorno, Cancro, Ariete e Bilancia hanno attraversato l’inferno e stanno riordinando le idee mentre guariscono le ferite.

Sono questi i settori in cui c’è calma nelle vite di ciascuno perché l’accento è spostato sulla trasformazione.

Riassumendo, a prescindere da quanto accade intorno a voi, in questo periodo si apre l’opportunità di creare progetti nei quali proiettare la volontà. Tutto dipenderà dal tipo di volontà, attiva o distruttiva? Negativo o positivo? Sì o no?

Il tipo di decisione presa genera pensieri con frequenze più o meno alte, frequenze che vengono generate e riversate nella rete collettiva. Maggiore la vibrazione, migliore la vita per tutti.

Quindi, non si tratta di essere egoisti e star bene da soli ma di generare una frequenza talmente alta da poter essere ridistribuita.

La versione migliore di se stessi, questo è il viaggio.

Di nuovo l’invito ad osservarvi l’un l’altro, un sorriso o una gentilezza cambiano la giornata…

Lo cantano tutte le canzoni… tutto quello che vuoi è Amore. Incredibile esserci immersi e rifiutare di riconoscerlo no?

Forza, alzatevi e risorgete, quello che volete è essere amati e riconosciuti, ditelo, cominciate a dirlo in tanti… cominciate a dire che valete e che avete il diritto regale di nascita all’amore incondizionato. Ma cominciate a dirlo… magari di nascosto davanti allo specchio, ma dite la vostra verità!

Se qualcuno vi ferisce, ditelo!

Se volete essere amati, ditelo!

Se volete essere felici, ditelo!

Se volete la pace e l’equilibrio, ditelo e poi fatelo.

WLY (& Sulan)

PS. Per chi fosse interessato, tra qualche settimana organizzeremo incontri a tema che precederanno eventi.

Pubblicato da Deve Su

Bollettino cosmico per viaggiatori interdimensionali. Avvisi ai naviganti, mappe cosmiche e tanta gioia. Io mi diverto e voi?

Una opinione su "26 Mar. ’21 Dubbi e reti"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: