24 feb. ’21 La Vita sacra

Bollettino cosmico: uomini in mare

Il 21 febbraio Mercurio è tornato al suo moto diretto ma per riportare le “cose” al loro ordine naturale, ovvero a prima della retrogradazione, occorreranno due settimane. Si tratta di uno strascico, un cono d’ombra che si forma tra la riflessione avvenuta e l’assimilazione dei concetti messi in luce. Nel panorama del Grande Orologio, Mercurio volteggia tra il passato e il presente e quando retrograda ci serve sul vassoio d’argento verità nascoste o ignorate. Più volte abbiamo parlato di tempi straordinari e anche in questo caso Mercurio ha lavorato straordinariamente nel profondo. Non è stato facile, per niente e tolta qualche capra insensibile (esistono e non sono leggende metropolitane, una l’ho incontrata personalmente ieri) i Viaggiatori hanno assorbito un bel colpo. Sapete bene, voi che leggete, che qui siamo una nicchia e che l’empatia è considerata una dote preziosa. Per sgombrare il campo da ogni possibile fraintendimento, empatia non ha niente a che vedere con la retorica moraleggiante e bavosa di presidenti di ogni ordine e grado (siamo pieni di presidenti e se avessero valore economico potremmo saldare il debito pubblico vendendoli a mazzi). Parlare di empatia ed applicarla è roba da Uomini e non da ometti subdoli ed inutili ma dannosi in procinto di attivazione della procedura di autodistruzione, no no, serve troppo coraggio e chi si è venduto al miglior offerente segua pure il padrone che lo trascina per la cavezza. 

Mercurio ha portato alla luce quello che non voleva essere visto nell’inconscio e se i Viaggiatori hanno attraversato la palude per emergerne più forti gli altri, i dormienti, hanno preso un cazzotto nell’Anima e hanno reagito nel buio e alla cieca.

Non avere chiavi di interpretazione significa subire invece di intraprendere la guarigione, quello che sta accadendo è funzionale ad un salto evolutivo della collettività ed è un’occasione unica per diventare, tutti insieme, la versione migliore dell’umanità. Si tratta di un processo, lento ed implacabile che travolgerà il vecchio per permettere al nuovo di nascere e ciascun vivente è chiamato a rilasciare il passato per ricominciare a dipingere una tela vuota. Cosa dipingeremo su quella tela? Quello che immagineremo. Senza una visione non ci sarà nessun dipinto, il peso del passato legherà le mani e i cuori inariditi renderanno ciechi i resistenti al cambiamento, la sterilità dell’assenza di passione estinguerà la forza vitale e tante tele verranno sprecate.

Abbiamo già parlato di lezioni individuali, di percorsi evolutivi cuciti su misura per ciascuno ma non dobbiamo mai scordare che il cambiamento riguarda tutti, a prescindere dal sentiero individualmente percorso.

Queste poche righe saranno lette solo da chi è in assonanza e sincronia col processo in corso e non è certo necessario spiegare che l’empatia non ha niente a che fare con il cosiddetto “buonismo”, quello è solo il fratello scemo mentre l’empatia è la scintillante armatura del giusto.

I Viaggiatori che stanno cavalcando la tempesta con coraggio sanno di avere un cuore ma sanno anche di avere occhi o sono troppo concentrati su se stessi?

I dormienti sono solo dormienti, non sono persone inutili o senza valore, dormono e sono scossi da incubi e stanno materializzando i peggiori tormenti nelle loro vite. La posta in gioco è la pace e la gioia di vivere, dormire nell’angoscia spegne le coscienze e l’intelletto e sempre di più questo si sta traducendo in sangue. Donne e bambini uccisi dalla disperazione di uomini incapaci di reagire al caos che avanza sono oramai in crescita esponenziale. Parimenti, il suicidio strisciando avanza silenzioso nella desolazione della solitudine percepita, i problemi si sommano e la forza d’animo cede sotto il peso dell’assenza di speranza.

Transumanesimo e disumanizzazione stanno diventando vessilli sbandierati senza vergogna, stanno spezzandosi i fili che legavano con partecipazione e pena alla curva della vita di chi cerca di vivere con dignità.

Ecco allora un’altra faccia della separazione in atto, restare cechi e sordi davanti a drammi annunciati o applicare l’empatia che permette agli occhi di cogliere segnali impercettibili.

Chi soffre si chiude sempre di più in se stesso, diventa silenzioso, gli occhi perdono la luce e diventano torvi, il sorriso di circostanza diventa un taglio sul volto mentre l’Anima cerca l’equazione perfetta. Per suicidarsi ci vuole il 50%  di vigliaccheria ed il 50% di coraggio, deve essere 50 a 50, se c’è il 51% di uno l’atto non può compiersi. Non è questione di follia di un momento, è una discesa, una discesa che porta in uno spazio senza luce e speranza in cui l’equazione perfetta tratteggia l’equazione perfetta. Non è questione di essere sfigati, deboli, senza carattere o assenza di valori, è separazione dalla luce interiore.

Quello di oggi è un appello ai Viaggiatori, voi che viaggiate verso la luce non girate gli occhi da un’altra parte, guardatevi invece intorno e cercate di cogliere i segnali. Abbiate lo sguardo della civetta che vede nel buio della notte, abbiate lo sguardo dell’aquila che si eleva sopra le apparenze di certe risposte rassicuranti e sterili, voi che sapete cos’è la sofferenza usate l’empatia per cogliere i segnali. Certe volte basta una telefonata, un messaggio, un libro, una giornata passata in silenzio accanto a chi soffre il buio dell’Anima. Non serve dire che tutto andrà bene a chi non ascolta, serve far sentire la presenza, far sentire che quella vita è importante e che deve riprendere slancio.

Siamo solo all’inizio e non diventeremo migliori disprezzando la sofferenza o la debolezza di chi non ce la fa o ha paura, se stiamo assistendo alla distruzione di un vecchio mondo non ne creeremo uno nuovo migliore trascinandoci in avanti con indifferenza.

Vedrete con i vostri occhi Viaggiatori che sarà la Cura la cura. Solo prendendoci cura l’uno dell’altro ci potremo trasferire nel mondo nuovo in cui siederemo gli uni accanto agli altri, felici di ascoltare le storie reciproche perché tutte insieme, quelle storie, diventeranno la Storia.

Ci saranno enormi cambiamenti ed i Viaggiatori sarà bene che si preparino, essi sono i guaritori che porgeranno la cura con amore e per amore.

Non disprezzate, non compatite, quello che dividerà in un futuro molto prossimo sarà la paura di non farcela, se state camminando nella luce, siate Luce.

Non serve sbandierare o pontificare o giudicare, quello che serve è ascoltare e vedere, essendo la versione migliore di se stessi, quella vera,  portare con quieta pacatezza il vostro equilibrio là fuori. Un esempio vale più di tutte le parole, non permettete a nessuno di offuscare la vostra luce perché è questo il tesoro che si sta formando in Cielo e in Terra, la Luce.

L’empatico non è un simpatico coglione illuso, è al contrario un guerriero che sa lavorare nell’illusione del tempo, siede sul trono della Giustizia e non concede nessun inganno e proprio perché conosce il dolore non si farà travolgere da false maschere. La vera sofferenza è impregnata di dignità e l’empatia serve ad illuminare i luoghi di dolore.

Dovrete essere forti Viaggiatori, anche per chi non è forte, quindi dovrete essere doppiamente forti, per voi stessi e per gli altri se volete essere Uomini della Nuova Era e le finzioni non sono ammesse.

Non si è “spirituali”, illuminati, saggi, buoni, etc. con dei post su Facebook e frasette di circostanza ripetute come pappagallini che fanno sentire felici ed appagati, quella è finzione e fuga dalla realtà. La cosiddetta “spiritualità” è fatta di atti concreti, significa agire coerentemente attraverso ciò in cui crediamo, significa renderlo manifesto nella concretezza.

Non c’è niente di facile nel percorso che tutti stiamo percorrendo, l’unica cosa che ci differenzierà e ci separerà è la profonda connessione con l’altro o il cuore inaridito.

Si alzano le voci, “sì ma… come faccio se non ascoltano, se non mi credono… e poi chi me lo fa fare di perdere tempo con chi mi disprezza”, ecco il tranello! Siate Luce e diffondetevi con l’azione, non lasciatevi oscurare e vedrete che come falene i dormienti accorreranno.

Come risponderete? “Hai visto che avevo ragione io!” o “E’ stato difficile per tutti e ora che abbiamo capito che siamo tutti Uno, possiamo cominciare a costruire il migliore dei futuri possibili!”

Empatia e compassione o indifferenza e spocchia?

La scelta è soggettiva, libero arbitrio.

Ma…, ma, non cadete nel tranello del male che ci vuole separati ed egoisti, disumanizzati e senza pietà.

L’Universo è Amore ma va conquistato con l’azione. Aprite gli occhi e il cuore ed agite.

WLY & Sulan

(P.S. personale: quanto mi stanno sul cazzo quelli che si sentono dei in terra per aver commentato “Namastè”, “Tanta pace e tanta luce”, “Amen” e pensano di aver fatto tutto… ipocriti, sepolcri imbiancati, farisei!)

La Cura
Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via.
Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.
Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d’umore,
dalle ossessioni delle tue manie.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.
Vagavo per i campi del Tennessee
(come vi ero arrivato, chissà).
Non hai fiori bianchi per me?
Più veloci di aquile i miei sogni
attraversano il mare.

Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all’essenza.
I profumi d’amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d’agosto non calmerà i nostri sensi.
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.
Ti salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te…
io sì, che avrò cura di te.

Pubblicato da Deve Su

Bollettino cosmico per viaggiatori interdimensionali. Avvisi ai naviganti, mappe cosmiche e tanta gioia. Io mi diverto e voi?

2 pensieri riguardo “24 feb. ’21 La Vita sacra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: