10 Gen ’21. Il fiammifero sulla miccia (14-01-2021)

Bollettino cosmico: L’Onda Perfetta

Guardate il grafico, i segni rossi, sono quelli di attrito, quelli blu di armonia.

Immaginiamo Marte come un fiammifero ed Urano come una miccia corta ad un camion di dinamite con serbatoio pieno. Marte sostiene le energie maschili, quelle più dirompenti, le reazioni violente, l’aspro confronto, il combattimento, la guerra. Urano è simile alla folgore divina, può essere un lampo di genio e s’inventa la lampadina, una folgorante verità, oppure, può essere un cambiamento drastico e non piacevole. Anzi, più si è predisposti al resistere più lui scompiglia. Può portare incidenti, lutti improvvisi, atti violenti, guerra, terremoti, esplosioni, eruzioni. Lo scorso anno proprio il 10 gennaio Urano innescò i Tre Demolitori (Giove, Saturno, Plutone in Capricorno).

Questi nostri eroi, Marte e Urano i veri campioni del cambiamento, il 14 gennaio saranno in congiunzione, ovvero fanno scintille, capita l’antifona?

Preoccupante, sembrerebbe ed in effetti non è tutto qui. Ricorderete il Terzetto dei Demolitori, ebbene anche loro lanciano spade infuocate, è come un campo in cui tutti se le danno di santa ragione. (righe rosse)

Ci sono due modi di vivere gli Astri, o si subiscono o si trascendono. (righe blu) Venere e Chirone, il Guaritore ferito, offrono la scappatoia, l’ascensore per trascendere il dolore con l’Amore (atto di guarigione) per poi trovare gioia.

Cosa ci sta dicendo tutto questo? E’ l’urlo della fiera agonizzante, che come dicevamo nel racconto di Ponzio Pilato, è sempre morta alla fine di un’Era per permettere ad un’altra Era di nascere.

L’umanità ha una memoria corta, leggermente generazionale e sempre più breve, sempre più edulcorata da un appiattimento, non ricorda che 2.000 anni fa, circa, è accaduta la stessa cosa e la stessa 4.000 anni fa e così via fino all’inizio dei tempi (per modo di dire).

Quello che accadde 2.000 anni fa cambiò l’umanità e lo stesso sta accadendo ora, l’energia sta cambiando è qualcosa che non possiamo evitare e ci dobbiamo adattare. Lo abbiamo sempre fatto, ci siamo adattati per sopravvivere.

Appunto, la questione era la sopravvivenza prima, adesso sarà la coscienza. Dobbiamo fare un salto evolutivo di coscienza. Questo è possibile solo se ciascuno cambia ed è per questo che i Pianeti inviano le energie per il piano del pianeta Terra e per il piano soggettivo. Tradotto, quello che succede nel mondo, succede a ciascun vivente. Così come nel macrocosmo così come nel microcosmo, così sopra come sotto.

Questo sarà importante da tenere in mente perché l’onda si abbatterà sul mondo e simultaneamente sulla vita di ciascuno e saremo nella tempesta che si scontra con l’uragano. Il caos fuori, il caos dentro.

Se siete a livello di curiosità da sciampiste (con tutto il rispetto per le sciampiste) e vi state chiedendo, ohmioddiocosasuccederà, mi spiace resterete delusi/e.

La questione risiede nel grado di maturità emotiva con cui affronteremo l’imprevisto. La maturità emotiva è quello stato di autoconsapevolezza dell’amore per noi stessi e poi per gli altri.

Il grande fermento che si avverte nell’aria rischia di creare onde d’urto di ritorno per l’Umanità se non comprenderà che deve passare ad un grado superiore di maturità emotiva.

Tenete ben a mente, questo maturità emotiva, perché magari tornerà un lontanissimo ex del passato mai dimenticato e dovrete decidere se seguire il cuore mentre fuori il mondo crolla. Oppure dovrete decidere sulla vostra carriera, vado dove batte il mio cuore o dove gli altri mi hanno detto che sarebbe meglio che io andassi e bla bla bla… Potrebbe accadere qualcosa di bellissimo invece se ci lasciamo andare al cuore?

Non si sa! Salto di fede. Quello di cui si parla da anni.

Tutti, prima o poi ci dobbiamo arrivare, ciascuno a suo modo (prezioso e unico), con i suoi tempi, con i suoi gusti ma sempre lì arriviamo. O di qua, o di là.

Sono test, chi passa va avanti, chi resiste sta ancora lì e comincia a prendere legnate.

Dalla parte di là (l’Universo) è il buffetto di un padre che vede il bimbo mettere il ditino nella presa, di qua sono, angoscia, paura, insicurezza, scatti di ira, ribellione e tutto il carrozzone.

Ecco perché la maturità emotiva sarà fondamentale, datele le stampelle del buon senso e dell’equilibrio e seguite la bussola. Il cuore parla, ha sempre l’ultima parola su tutti e non mente mai. Magari è quella cosa che vi piaceva fare da bambini che riaffiora, la prendete e ricominciate la vita con passione. (Venere, l’amore e Chirone, l’occasione per la guarigione, righe blu)

Il tempo delle urla è finito, finalmente.

Ora scende la pace, quello che deve accadere accadrà ed è nel futuro la risposta. Passata la tempesta dovremo ricostruire, tante cose, tanti valori e ripristinare il rispetto.

La sofferenza di ciascuno è un’opportunità per accogliere una possibilità, quella di credere che possiamo ricostruire meglio, più felice, più e meglio.

La fiera viene esposta, sarete impressionati dal vedere quanto era grosso il serpente che si ramificava e dovrete prendere posizione perché sarà il cuore a rabbrividire davanti alla verità. Ci sono persone che fanno il male, lo sappiamo tutti.

Ora si tratta di capire che il biasimo non è odio.

Un’azione deplorevole va condannata ma non si deve odiare l’Uomo ma il suo errore!!!

Cercate l’equilibrio come monaci zen in una grotta himalayana, centratevi ed ascoltatevi nel silenzio. Quale è il mio massimo bene? Ama te stesso. E’ per il mio massimo bene, il cuore è d’accordo?

Occhi fissi sull’obiettivo, il massimo bene. Il test è questo: avete capito AMA TE STESSO?, poi passeremo ad AMA GLI ALTRI.

Quella sarà la tappa successiva ma prima dobbiamo passare questa.

Molti Esseri Umani, nel futuro, quando torneranno con la memoria a questo periodo comprenderanno di esser stati Divinamente Guidati, come se l’Universo avesse creato la congiuntura perfetta magari sotto forma di tempesta perfetta.

Certe benedizioni nascoste talvolta sono necessarie per smuovere le coscienze che resterebbero ancorate all’infelicità. Sono spinte che la Vita da per far avanzare i suoi Figli verso l’evoluzione.

Anche se non ci credete, l’Universo è Amore ma il problema è che c’è resistenza a crederci, insomma il gatto che si morde la coda. Allora, seduti, in silenzio ad accogliere e basta quello che il cuore sente. Garanzia soddisfatti o rimborsati se ci provate. Sempre e solo questione di libero arbitrio, l’unica cosa che imprigiona sono le gabbie mentali.

Ben vengano allora i fuochi artificiali, che esplodano le catene e che si possa finalmente correre verso la massima realizzazione della nostra vita. Ormai più saggi, più forti, più sicuri di ciò che vogliamo con una visione meravigliosa da costruire.

Ciascuno la sua, ciascuno nel suo preziosissimo unico modo, cesellando i pensieri verso la gioia e l’appagamento.

Fate così e arriverà. Più sono a crederlo prima si realizza.

WLY & Sulan

Pubblicato da Deve Su

Bollettino cosmico per viaggiatori interdimensionali. Avvisi ai naviganti, mappe cosmiche e tanta gioia. Io mi diverto e voi?

2 pensieri riguardo “10 Gen ’21. Il fiammifero sulla miccia (14-01-2021)

  1. Grazie infinite!!!♥️✨✨✨
    Saremo fisicamente isolati ma se centrati nel nostro interno, ci connetteremo con amore a quella rete infinita di anime guerriere come noi ed è proprio così che ce la faremo.🙏🔥👽

    "Mi piace"

Rispondi a Giulia Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: