1 Nov. ’20 Quando meno te lo aspetti…

Quando meno te lo aspetti arriva “lui”, il passato. Una delle sfaccettature della trasformazione che stiamo  subendo è l’amore e la Luna piena di ieri ha concluso il mese di ottobre cercando di ottener giustizia.

A livello globale vedremo ciascun governo, potente o capo, chiamato all’assunzione di responsabilità, la spada della giustizia è stata alzata dal singolo ed ogni singolo è parte del collettivo. I popoli ora vogliono giustizia, sono/siamo usciti dalla sterile stagnazione dell’indifferenza e i cuori con intenzione reclamano il diritto alla giustizia.

E’ cambiato, sta cambiando il sentimento collettivo, basta ingiustizia, non riconoscersi in una realtà non voluta è stato necessario ed ora è l’azione. La presa di posizione dei singoli sposterà il perno, la meravigliosa rivoluzione è cominciata e già si vede il sole sorgere. Ma non possiamo tralasciare niente, niente di tutto quello che ci ha trattenuto nella rassegnazione, non possiamo nemmeno lasciare porzioni non risolte perché al di là del ponte, porteremo solo il meglio di noi con consapevolezza.

Continuano i pianeti retrogradi a porre il focus su questioni irrisolte, la coscienza lavora a tutto vapore, stimo aggiornano il nostro “sistema” con download continui, i segni, le sincronicità sono ovunque. Il nostro corpo si sta adattando e tutto intorno sembra “magico” ma… tutto a posto? Oppure c’è ancora qualcosa da sistemare?

Il tema dell’amore è molto più immenso di quanto, in questo momento, possiate immaginare.

Il primo vero, immenso e magnifico amore è quello che dobbiamo avere per noi stessi. Quante sono le catene karmiche che ci hanno trattenuto? Quali sono?

La risposta e la strada sono individuali, nessuno può rispondere per un altro. Avete risolto la ferita della nascita? Siete convinti di meritare di vivere e vivere bene (!), amati, in pace e rispettati? Avete “visto” la famiglia e le ferite di ciascun componente? Avete perdonato e poi siete andati avanti? Avete riconosciuto in quella antica ferita la scusa che vi raccontate per restare saldi nella sterilità?

Il passato quando torna porta con sé un bagaglio, aprendolo ci trovate l’esperienza e nessuna certezza che torni nel futuro.

Il passato potrebbe tornare sotto forma di un ex, di persone che tornano per pareggiare i torti ed anche tante scuse, situazioni che si ripetono per permetterci di fare un bilancio dell’esperienza del passato. Passato, presente e futuro tutti insieme in una valutazione onesta, questo è quanto ci concedono gli Ingranaggi dell’Orologio.

E’ un’opportunità e solo il libero arbitrio individuale potrà imprimere una svolta attraverso la scelta.

Mercurio (l’intelligenza) è diventato retrogrado il 14 ottobre, nel punto mediano tra due Lune piene nello stesso mese, innescando un varco col passato (16 Luna nera, il vuoto). La Luna piena della scorsa notte ha illuminato e rivelato e, quando il 3 Novembre, Mercurio tornerà diretto dovremo tenere a mente che la sua influenza si estende ben oltre e ne vedremo gli effetti pieni intorno a metà del mese, proprio quando ci sarà l’ultima congiunzione in Capricorno di Giove e Plutone. La congiunzione tra Giove e Plutone sarà esatta per ben 6 giorni (8-13 Novembre) e il 15 Marte tornerà al moto diretto.

Sembra un arco che si tende, prima di scoccare la freccia. E noi che direzione prenderemo?

Un paio di consigli ai Viaggiatori, amare è il primo passo, il secondo è affidarsi.

Tutto questo è funzionale a far risvegliare le coscienze, il primo immenso amore deve andare a noi stessi. Dobbiamo riconoscere nel profondo ciò che siamo, esseri meravigliosi e divini, immensamente colmi di dignità e di amore. Solo dopo questo primo passo potremo imprimere la forza necessaria al cambiamento. Amare se stessi significa riconoscere i propri confini e quelli degli altri di riflesso.

Chi torna chiederà il perdono talvolta in modo esplicito e talvolta no, tutto dipenderà dal grado di maturità emotiva e di consapevolezza raggiunte.

Sapete perdonare, amare e lasciar andare? (Test doppio, per chi chiede e per chi concede)

Dopo aver lasciato andare, riuscite ad avanzare davvero leggeri o qualche peso è ancora sulle spalle? Verità e onestà, le proprie, nette, schiette e sincere, non siate duri con voi stessi e date spazio all’amore per voi stessi. L’amore guarisce le ferite. Si apriranno le porte magiche (ridacchiata, vi vedo scuotere la testa…).

Dopo il riconoscimento della nostra natura divina, il secondo passo verrà naturale perché chi ha assaporato la quiete dell’amore dell’Universo Intelligente sa che quella è la via più lieve e gioiosa.

Certo, qualcuno non accoglierà questa ulteriore opportunità di crescita, non riuscire a liberare il passato significa stagnazione ed è un atto di auto sabotaggio. Nessuno potrà fare niente per nessuno, nemmeno tra gli affetti più cari; chi sceglierà la stagnazione soffrirà fino a quando non ne potrà più e allora sarà costretto a lasciar andare. Non potete fare niente, tranne una cosa fondamentale, essere il saldo esempio. Mi auguro che ciascuno possa accendere la propria luce diventando Faro, per illuminare il cammino del singolo e contribuire alla luce degli altri Fari accesi.

I Fari siete voi Viaggiatori, il tempo è venuto per abbagliare.

Pubblicato da Deve Su

Bollettino cosmico per viaggiatori interdimensionali. Avvisi ai naviganti, mappe cosmiche e tanta gioia. Io mi diverto e voi?

Una opinione su "1 Nov. ’20 Quando meno te lo aspetti…"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: