10 set ’20 Il braccio dell’arciere tende l’arco

La corda si tende, nel momento che precede il rilascio della freccia, concentrazione e azione si fondono in uno spazio inerte.

Ecco dove siamo, esattamente in quel tempo sospeso, fatto di attesa e di intenzione.

Vorrei dire a chi legge (sempre che qualcuno legga e in quel caso: ciao!) per le prime volte i miei scritti, che ogni singola parola è scelta con intenzione. Mi rivolgo a viaggiatori stellari, so che sapete che se siete capitati qui un motivo c’è, ebbene il mio invito è quello di scendere in tutti i significati e livelli della parola. Vi faccio un esempio: lento. La lentezza è una misura di riferimento relativa. Lentezza rispetto a “cosa”? Quella “cosa”, dove si colloca nel tempo?

Per tagliare corto, il linguaggio dell’Universo, per noi umani in 3d è determinato dal movimento delle stelle e dei pianeti e dalla Terra è misurabile attraverso la precessione degli equinozi. Stiamo quindi parlando di un ciclo di tempo misurabile dalla Terra di 25.785,91 anni.

Quindi, “un processo lento e implacabile” significa una trasformazione totale, di tutto. (consiglio di consultare l’archivio del blog)

Di tutto, lo ripeto.

Il ciclo di 25785.91 anni si è concluso il 21.12.2012.

Dalla metà del secolo scorso è iniziata la transizione, (preparata dalle invenzioni dell’Ottocento e del Novecento), abbiamo passato il punto Zero allineandoci con la Galassia il 21.12.2012 e stiamo inoltrandoci nell’era dell’Acquario. Era di fratellanza, di condivisione, di idee e ideali comuni, di amicizia, invenzioni, libertà di pensiero.

Scrivere di questo, oggi 10 settembre 2020 sembra follia, se ci guardiamo attorno nulla ci parla di tutto questo, anzi.

Uno sguardo più alto e acuto (la vista dell’aquila) però ci dice che questo momento è funzionale alla transizione. Transitiamo da un era all’altra, da una dimensione all’altra ed è necessario approdare senza gli ingombri e le zavorre dell’era precedente.

Tra le zavorre troviamo i legami karmici, le lezioni non ancora apprese, le questioni irrisolte, questo sta per finire.

Ciascuno ha la sua missione (contratto dell’anima) da compiere , ciascuno ha la sua via e il rilascio avviene attraverso un percorso individuale, ciascuno di noi, tutti, perché sarà il cambiamento del singolo che contribuirà al cambiamento della collettività.

Ricordo ancora che tutto l’Universo è Amore, che tutto questo sta accadendo per il nostro meglio ma non solo, lo abbiamo richiesto e sottoscritto e stiamo trasformando la vibrazione del pianeta Terra.

Siamo vivi per questo.

Il cambiamento è doloroso perché siamo soli davanti all’ignoto, nessuno ci dice cosa è meglio fare ma, e in questo caso il ma fa la differenza, abbiamo tutta la maestosità e la potenza dentro di noi è solo che ci stiamo lentamente risvegliando e piano piano ci stiamo ricordando di chi siamo.

Questa lunga premessa era necessaria per comprendere le tensioni e i rilasci di energia a cui siamo sottoposti.

Il primo atto del risveglio è stato innescato il 10.01.2020 con Urano che ha acceso la miccia ed è iniziata la trasformazione dei valori, prima soggettivi e poi collettivi. Una pandemia è stata lo strumento perfetto e lo vedremo più avanti, nel 2040.

Il secondo atto è iniziato il 21.06.2020 con l’equinozio e l’eclissi di Sole che hanno coinvolto le relazioni familiari, guardate a inizio estate (tra l’eclissi di luna del 5 giugno e quella del 5 luglio).

Il focus è servito a mettere in evidenza le ferite, una presa di coscienza, poi è venuta la bella stagione e tutto si è fatto più diluito.

All’apparenza! Perché il portale dell’8/8 ha aperto ad una nuova visione di noi stessi, dei nostri bisogni, di quello che vogliamo e di quello che non vogliamo. Ci abbiamo rimuginato, riflettuto, preso atto. C’è stata anche una profonda e onesta analisi di chi siamo, guardando ai successi raggiunti tanto quanto agli ostacoli.

La nostra verità…

Un passo importante, fondamentale questo,  nel processo di risveglio.

Le ferite però sono ancora lì, le cose non si sono risolte, tutto sembra fermo e rallentato, è un navigare a vista senza mappe.

Nel precedente pezzo parlavo di onda che si ritira per prendere lo slancio, oggi parliamo invece dell’arciere e la freccia sta per essere rilasciata.

Oggi Marte diventa retrogrado e la fase successiva inizia.

L’Io, l’impulso all’azione, iniziano un processo di revisione in cui sarà richiesta onestà con se stessi. E’ arrivato il momento di decidere cosa vogliamo e cosa non vogliamo nella nostra vita per costruire chiarezza nell’intenzione.

Per rilasciare il Karma dobbiamo tagliare ogni corda, catena, zavorra.

Questo non è tempo di maestri che indicano ma è il tempo perfetto per conoscere/riconoscere il nostro Sé Superiore, il solo vero maestro di noi stessi. Colui che tutto sa e tutto ricorda perché siamo esseri divini.

I legami Karmici sono stati gli strumenti crescita, ora dobbiamo rilasciare e andare avanti.

Le ferite, i traumi, sono stati la fucina in cui siamo stati trasformati, noi ne siamo il risultato raggiunto fin qui e ora è il tempo di liberarsene.

Dite la vostra verità, esprimete onestamente (con voi stessi)  chi siete, non è più tempo di condizionamenti ma del io-so-chi-sono-e-cosa-voglio.

Il bollettino ai naviganti è quindi:

Attenzione agli scogli, vecchie situazioni si ripresentano per essere risolte.

Attenzione alle forti mareggiate perché l’oceano delle emozioni vi può sballottare (o ridurre a brandelli).

Attenzione alle trombe d’aria perché non potete resistere alla forza della Natura, l’Universo ha scritto un cambiamento e tutti noi lo abbiamo sottoscritto e dobbiamo fluire, non resistere.

Occhio alle sbornie, il rischio dell’Ego che prende il comando è sempre in agguato.

Il buon marinaio cerca sempre i segni, il suo scopo è navigare e approdare in acque tranquille, osservare distaccatamente (guardare oltre) servirà a mantenere la nave in sicurezza.

Riassumendo, dobbiamo rispondere a questo: che cosa voglio, che cosa non voglio nella mia vita e nel mio futuro, dopo averlo deciso rilascio ciò che non serve e che non voglio.

Maggiore sarà l’onestà e il coraggio di lasciar andare,  maggiori saranno i risultati e poiché tutto è Amore, con fantasie inaspettate la Vita sarà colmata di ciò che vogliamo.

Il cambiamento sarà totale, nessun aspetto verrà trascurato e dopo l’osservazione verrà la trasformazione. (Ne parlerò perché sarà una distruzione/rinascita ad effetto domino, che avverrà durante i prossimi due anni e ci vorranno 20 anni per comprendere a fondo la portata della transizione iniziata nel 2020)

Buona navigazione Viaggiatori!

Pubblicato da Deve Su

Bollettino cosmico per viaggiatori interdimensionali. Avvisi ai naviganti, mappe cosmiche e tanta gioia. Io mi diverto e voi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: