mag ’20 Solstizio d’Estate 2020 (1 -6)

Cancro e Capricorno sono i portali dell’aldilà e quando ho cominciato imponentemente a scrivere (sotto indicazioni dall’alto) sapevo di dover arrivare a questo punto.

Il 10 gennaio, con l’entrata di Urano in Toro si è attivato lo stellium di pianeti in Capricorno (la Grande Congiunzione che conclude un ciclo) ed abbiamo visto come un varco si sia aperto e molte anime sono passate. Ciascuno di noi ha un “contratto” dell’anima ed una missione, si deve considerare questo aspetto, tenerlo bene a mente e onorare il sacrificio di molte anime che hanno sottoscritto la loro funzione per mostrare la via.

Cominciate a capire che solo una grande massa avrebbe avuto impatto?

Lo stesso sarà, quando verrà alla luce il sacrificio di bambini, sarà ancora più terribile e davvero lo scriveremo nel DNA. Sarà terribile, perché siamo stati violati tutti, sarà immondo perché nessuna persona per bene lo avrebbe mai potuto immaginare.

Il 21 giugno ci sarà il Solstizio d’Estate e sarà epocale.

Ci sarà un eclissi solare anulare nel giorno del Solstizio mentre siamo allineati al Centro Galattico e già questo ci dice che sarà l’ultralontano a manifestarsi mentre il nostro Sole sarà sì eclissato ma sarà anche apparentemente seduto sull’orizzonte del Centro Galattico.

Geograficamente, oltre tutto, l’allineamento avverrà proprio sopra le Piramidi (che già sono emblema della Vesica piscis) , esattamente alle 5.15 UTC creando un impianto celeste unico.

Quello che mi viene detto di dire è, osservate l’ora… si tratta di una sequenza numerica che parla attraverso l’Arcangelo Gabriele che si fa nunzio, messaggero della venuta di qualcosa/qualcuno nel prossimo futuro che ci trasformerà le vite.

C’è di più, sul luogo della Vesica piscis, della sequenza di Fibonacci e del numero Aureo, cioè le Piramidi, (vedere Cheope piramide) il portale del Cancro si contrappone a quello del Capricorno. Ancora un grande via vai di anime nel bilanciamento tra i due portali, un’oscillazione tra la vita e la morte (che non esiste! perché parte della funzione del flusso eterno)

Vesica Piscis, l’utero da cui nasce tutta la Creazione, dai regni dello spirito ai regni della materialità è un portale di luce. La Vesica Piscis crea un ponte tra il mondo spirituale e quello materiale a  partire dal grembo della creazione… un ponte, un annuncio?

Ben 5 saranno i pianeti retrogradi e se includiamo il Nodo Nord saranno 6, ma sarà Mercurio retrogrado all’Ascendente che parlerà di ripensare a ciò che è stato.

L’ascendente poi pone ancor maggiormente l’accento sul segno del Cancro, punto calcolato nel momento in cui il Sole si oscura e l’annuncio viene dato. Di quale annuncio si tratterà? Nessuno lo sa, possiamo solo sapere che sarà il femminile, la Donna e il figlio, i figli, che faranno da tappeto erboso al fiore che spunta.

Sarà una Donna posta al comando di tutto?, sarà la Dea che si risveglia? O forse sapremo che Dio è Donna?

Qualcosa del genere forse, ma nella mia visione ho visto esplodere una croce nel cielo ed era un esplosione di luce su sfondo verde-nero. Sembrava di assistere all’esplosione di una stella ed era una croce di lame di luce.

Nettuno e Marte dall’alto del Medio Cielo ci parlano di spiritualità, di forza della spiritualità ben sorretti da Giove e Plutone in Capricorno che ne hanno gettato le fondamenta (insieme a Saturno). Saturno parla con Venere e insieme, entrambi retrogradi, ci ricordano ciò che già sappiamo, ovvero che le prove e la morte sono parte del flusso della vita CHE E’ ETERNA, sì, ci parlano di eternità di cui abbiamo scordato di essere parte.

Il Sole e la Luna congiunti in 12 casa ci parlano della solitudine interiore, del desiderio ostacolato di ritorno a qualcosa e che ci fa chiudere nell’ego ma Nettuno e Marte ci potranno imporre una lezione riguardo l’empatia per farci capire che siamo tutti collegati.

La lettura si fa lunga e mi fermo qui per ora, ma tornerò sull’argomento che ho solo appena scalfito.

Solstizio d’Estate 2020  (2)

Ci avviciniamo al Solstizio d’Estate e già “gli indifferenti” signori del cielo hanno iniziato a lavorare per dare inizio al secondo ciclo (2 di 4).

Saturno è tornato in Capricorno e dalla sua posizione retrograda affila di nuovo la lama per tagliare i rami secchi. Che non sembri irrispettoso o insensibile parlare con metafora di rami secchi quando in realtà si tratta di anime, da mesi vi sto parlando di un ciclo che si chiude, che si deve chiudere, per lasciar spazio ad un ciclo nuovo. Il passaggio tra i due portali di passaggio delle anime (Capricorno e Cancro) è stato aperto per favorire un’accelerazione. Chi ci lascia (3D) passerà un breve tempo in 4D e poi tornerà molto presto, anzi prestissimissimo con tutto il bagaglio necessario per la 5D (D = Dimensione).

Dobbiamo lasciar andare, dobbiamo credere nel flusso dell’Universo ma non più come prima, per fede cieca o indotta, ma con la profonda convinzione che stiamo realizzando l’Adulto Cosmico.

Laddove la prima onda (pandemia) ha portato ciascun essere del pianeta a confrontarsi con le paure più profonde, una è in realtà la madre di tutte le paure: quella di morire da soli. Plutone ha scavato fino al punto più vulnerabile e poi lo ha esposto. Paura della solitudine, paura di morire, paura di perdere i propri cari, paura per quello che si perde… paura, insomma, paura e ancora paura.

Ma erano in tanti (i pianeti) a cantare in coro e se ricordate, parlavo di Giove, che è un grasso edonista-ottimista che pur di magnificare (mettere in risalto) non si preoccupa degli effetti.

Eccolo allora agire da amplificatore, le risposte alla paura diventano estreme e mi viene in mente il distanziamento sociale tra bambini, trascendere i diritti umani per paura (Giove è anche la Legge), la risposta estrema e violenta da parte dello Stato nei confronti dei cittadini.

Ogni essere umano, dotato di sufficiente intelligenza e sensibilità, si è trovato in una condizione di nudità. Le anime più elevate si sono interrogate nel profondo, hanno rivisto i valori, le priorità, riconoscendo con gratitudine le proprie fortune che messe a confronto con le sfortune di altri hanno fornito uno strumento di crescita. Solo chi ha attraversato consapevolmente la prima onda potrà affrontare con entusiasmo la seconda.

Ci stiamo separando.

Le anime elevate andranno verso il solstizio per ricevere altri doni, degli altri non mi occupo e li saluto qui.

Ma voi, voi che avete camminato, costruendo la maturità emotiva, cercando nel senso dell’Essere la via per diventarlo, che avete compreso quanto l’Universo ci ama, ebbene voi vi approcciate a ricevere il dono di una crescita ulteriore.

Non vi annoierò con l’elenco dei pianeti che danzano (retrogradi 5) ma vi racconterò la loro danza.

Se Capricorno è la sede del Severo Maestro (Saturno), il Cancro è la dimora della Luna.

Quanti i suoi significati simbolici; la Luna è la madre, l’infanzia, il sogno, le emozioni, la collettività, la fama. Il segno del Cancro rappresenta l’utero che custodisce la perla della vita, il flusso delle emozioni e dei sentimenti che creano la nostra realtà.

La Luna ci parla dei cicli, cicli comuni a tutti gli esseri viventi, cicli che sostengono l’alternanza tra la vita e la morte. La Luna equanimemente  imprime i suoi cicli sia all’embrione che al seme, così come il Sole distribuisce i suoi raggi ovunque.

Sole e Luna sono i guardiani della vita, il padre e la madre che danno alla vita l’occasione di manifestarsi nella materia.

Inutile leggere oltre se non avete compreso cosa comporti “onorare e rispettare” il padre e la madre, se ancora siete legati al rancore, alle ragioni dettate dall’egoismo, da una visione egocentrica dei rapporti. Davvero, se non avete raggiunto quel grado di maturità cosmica, piantate qui la lettura e tornate a macerarvi nella vostra misera realtà.

Quello che è successo invece, per le anime più elevate, è stata la morte dell’EGO.

Ora siete feriti, stanchi, piagnucolanti e smarriti, ma è necessario.

Non ho mai nascosto che se le mie parole sono morbide i fatti saranno invece estremi e inevitabili.

E’ necessario, lo ripeto, è necessario ora prepararci alla nuova onda che già si sta alzando.

Saremo catapultati dentro l’acquisizione consapevole dei valori della Luna e del Cancro, la parte femminile e materna diverranno fondamentali per comprendere il futuro ed incamminarci in esso. Non solo, il ricordo verrà amplificato, l’accento che verrà posto sul ricordo sarà un ulteriore strumento per rilasciare il vecchio. Da quella rinnovata consapevolezza nascerà un riconoscimento dei valori della donna, dell’infanzia e dell’educazione e della collettività. La “fama” subirà un sovvertimento del valore ed il potere muterà i suoi contenuti. La menzogna verrà svelata. Fama e potere faranno molte vittime per lasciar spazio ai nuovi valori etici necessari ad entrambi.

Siamo stati tempestati da “andrà tutto bene”, ripetuto con assenza di contenuti reali e concreti, sorretto dalla cantilena dell’immaturità che superficialmente ripete come un pappagallo una grande verità di cui è però ignaro.

Certo che andrà tutto bene, perché l’Universo è amore, ma non certo attraverso quei metodi che ci hanno condotto fin qui.

Tutto sta crollando in fretta e solo chi capisce la direzione si manterrà in superficie.

Non verrà nessuno a salvarci, solo noi stessi potremo fare in modo che tutto “andrà bene”.

Se siete nudi e avete compreso che stiamo camminando verso l’alto, saprete anche che solo collaborando riusciremo a creare quel futuro in cui tutto andrà bene.

Vedremo concludersi l’effetto di Saturno e Plutone nel 2040, pensate di aspettare fino ad allora o pensate di cominciare adesso a fare qualcosa?

Vi ho dato le chiavi, il femminile, l’infanzia, l’educazione, la collettività, da che parte comincerete per creare il futuro di tutti noi?

Il mio futuro si chiama UBUNTU ed è aperto a tutte le anime elevate che ne vorranno fare parte.

Ma voi siate creativi, siate meravigliosamente unici, perché ciascuno di noi è un miracolo, perfino le “capre” che sino ad ora resistono al cambiamento.

Vedremo venire alla luce molti orrori e quando la vostra anima sarà gonfia di dolore pensate al perdono… sì, solo col perdono potremo rilasciare quelle aberrazioni. Pensate che avreste potuto essere al loro posto, pensate anche che solo attraverso il perdono potrete alzare le vostre vibrazioni.

Il perdono non è accettazione, non è frequentazione, non è concessione di libertà a vostro danno, il perdono è: LASCIAR ANDARE.

Perdonate e dite addio, poi continuate a salire, aiutandoci tutti insieme durante la scalata.

Solstizio d’Estate 2020  (3)

Il 20 di maggio si formerà un’altra quadratura (la prima è avvenuta il 3 maggio) tra Venere in Gemelli e Nettuno in Pesci.

L’Amore e l’Armonia rappresentati da Venere entrano in tensione con l’Immaginazione e il Sogno rappresentati da Nettuno. Mentre Nettuno nuota bene nell’acqua sognante dei Pesci, Venere si fa mercuriale (Mercurio, Signore del segno dei Gemelli).

Ci sono vari livelli in cui potremo nuotare la seconda quadratura tra i due: a livello più basso, possiamo aspettarci che le relazioni e le questioni finanziarie diventino confuse e mentre i confini sono sfocati  potremmo cadere vittima della natura ingannevole degli altri. Al contrario, il livello superiore ci offre l’opportunità di sperimentare grandi visioni creative e di guarigione: la nebbia tra i confini potrebbe finalmente aprire i limiti radicati, offrendo una vista creativa e libera da condizionamenti.

Se siamo quel tipo di persone che vanno asserendo che “tutto accade per un motivo”, possiamo leggere gli eventi di questo pazzo 2020 come un gigantesco, perfetto, capillare atto di estremo amore.

Qualcuno sarà caduto dalla sedia leggendo questa affermazione?  Poco mi importa, ascoltate.

Insisto molto sul Solstizio perché porrà finalmente l’attenzione sul lato femminile dell’Universo. Che non si sentano tagliati fuori gli uomini che leggono giacché  ciascuna anima ha dentro di sé il maschile ed il femminile.

Stiamo vivendo un Tempo di Transizione, ben sappiamo da dove veniamo; dolore, sofferenza, malattia, povertà, prevaricazione. Tutti sapevamo di vivere in un mondo profondamente ingiusto ma la rassegnazione era diventata la coperta comoda, quello stato mentale che si auto ingannava “credendo fosse l’unica realtà possibile”.

Ma non è così.

Nel corso della sua storia (più recente, 5/6.000 anni) l’umanità ha umanizzato l’idea di un Dio a immagine e somiglianza dell’uomo, attribuendogli tutti i comportamenti umani.

La peggiore delle cose però non risiede in questo (credo che se non fosse stato così tragico, l’Universo sarebbe scosso da risate) ma nell’aver creato una visione di un’anima che nasce sporca.

Questo è tragico.

Il termine giusto sarebbe Fake News oggi, ma come sempre, la verità verrà a galla e non dirò, prima o poi, ma ora.

Questa pandemia ha scavato in ogni anima, mettendone a nudo le paure, ha regolato i confini con cui ci relazioniamo, mettendone in bella vista le armonie e le disarmonie. Ognuno di noi ha dovuto confrontare la relazione con se stesso e con gli altri, arrivando ad un tale punto di insofferenza che ha permesso (o permetterà) di cambiare lo stato delle cose.

  Ma…  se i pianeti sono gli indifferenti servitori che compongono l’orologio celeste, l’Orologiaio è Amore puro.

Leggiamo allora gli eventi che sono accaduti e che accadranno come opportunità: comprenderete bene che il mondo che si ferma è un evento straordinario che genera una forza. Immaginiamo il mondo come una sfera, dal momento in cui un oggetto si ferma, per rimetterlo in movimento ci sarà bisogno di una forza.

Quale potrebbe essere quella forza allora? Non ci sono alternative, siamo noi, la nostra Coscienza.

Ecco allora che si comincia a profilare all’orizzonte quel grande atto di Amore, la rigenerazione.

Insisto sul Solstizio perché parlerà alle folle, alla collettività, (la Luna), mettendo finalmente in luce l’Anima Collettiva che ben conosce il valore essenziale dell’Amore.

Una madre sa cos’è l’amore per un figlio, sa come curarlo, sa cosa è benefico per lui, sa che solo l’Amore potrà renderlo felice e completo. Se aveste tutti i soldi del mondo ma foste soli, sareste felici? viceversa, quando siete stati malati la visita di un familiare o di un amico non vi ha forse dato forza? Non c’erano soldi di mezzo, ma la presenza amorevole di qualcuno che vi ama.  

Tutto quello che emergerà farà molto arrabbiare ma era necessario, travolti e anestetizzati, dissociati dalla nostra essenza, ci siamo (non tutti per fortuna) resi complici (per incapacità, per paura, per comodità) di un sistema di valori capovolto.

Voglio fare un esempio pratico.

Fino ad oggi i CEO, i manager, l’amministratore delegato di una azienda raggiungeva tale posto di comando promuovendo il profitto a scapito delle conseguenze sulla collettività.

Ebbene, qualcuno ricorderà che in passato ho parlato di nuovi metri di valutazione del valore umano che verranno stabiliti dall’onore e dai talenti… in un futuro, l’amministratore delegato sarà colui che oltre a produrre un profitto equo avrà rispetto e amore per le persone che lavorano CON lui e non PER lui.

Il vertice necessiterà di grandi Coscienze, riconosciute per la loro elevatezza, che si assumeranno grandi responsabilità. Quando guarderemo indietro, a prima del 2020, ci stupiremo di aver permesso che Coscienze così basse governassero il mondo.

Per farlo dobbiamo cominciare a lavorare sul cambiamento, non tra 10 anni, ma ora.

Eccomi tornare allora al lato femminile, a questo Solstizio nel segno del Cancro che si confronta col plotone schierato nel suo dirimpettaio, il Capricorno.

La capra di montagna che sale sulla vetta si confronta con la perla trattenuta dal granchio in fondo al mare. I sublimi opposti, le porte del Cielo, il viaggio del seme verso la luce, la trasformazione profonda della Coscienza Collettiva faranno un balzo in avanti.

Ultimamente mi sono espressa con durezza (qualche messaggio era mirato) ma solo per scuotere ed incitare ad uscire da una narrazione tossica. I media raccontano il dramma, oramai è evidente a tutti, eppure la provocazione portata all’eccesso ha prodotto (sta producendo) un cambiamento. Ciascuno a suo modo, nei suoi tempi, con il proprio livello di consapevolezza, ha sentito che questo è tossico.

Ed ecco che ancora vi parlo di opportunità, sì, di una meravigliosa, miracolosa opportunità di riconoscere la nostra grandezza. Io, tu, lui, noi, tutti, non possiamo vivere senza Amore, stiamo sentendo finalmente forte e chiaro che siamo tutti collegati. Se fino allo scorso anno il concetto, Tutti siamo Uno, era graziosamente riconosciuto come un delizioso concetto filosofico di buona speranza, oggi siamo consapevoli della forza della verità di questo concetto che non è più astratto.

La Dea Madre, il femmineo, si sta svegliando e reclama con tutta la sua potenza il legittimo posto assegnatole, il cuore pulsante dell’umanità intera sta reclamando il diritto all’Amore, se non è rivoluzione questa, cos’altro è?   

Vi lascio digerire queste parole, ma tornando all’incipit, Venere e Nettuno torneranno a far scintille il 27 luglio e sarà la terza occasione per qualcuno, il prossimo livello superiore per altri, per portare nel concreto la visione di guarigione, per riconoscere in noi stessi e negli altri una magnificenza. Magnificenza che fino ad ora ci hanno raccontato di non meritare.

Non è più il tempo in cui ci lasceremo “concedere”, “permettere” di pensare a noi stessi come esseri con diritti elemosinati, no!

Stiamo per diventare consapevoli che siamo MAGNIFICI, che NON siamo fatti per soffrire ma che siamo Amore!

Solstizio (4), l’eclissi che prepara.

Eclissi penombrale del 5 giugno e Luna piena a 15°34 del Sagittario.

Ci siamo, la seconda eclissi (la prima il 10 gennaio) apre le danze e ancora una volta il mistero dell’Universo Intelligente ci farà avanzare. (2020: due eclissi solari e quattro lunari)

L’eclissi lunare del 5 giugno che è seguita dall’eclissi solare del 21 giugno e terminerà con l’eclissi lunare del 5 luglio, crea una corsia di tre eclissi che conducono ad eventi molto impegnativi che lavorano su molti livelli. Anche questo è un evento astrologico molto raro, come lo è, del resto, tutto il cielo astrologico del 2020 e la meraviglia degli eventi porta inevitabilmente, implacabilmente alla trasformazione. A tutti i livelli, personale e collettivo, materiale e spirituale, maschile e femminile etc.

Tutto conduce verso la trasformazione, se resistiamo veniamo spezzati se assecondiamo il cambiamento voleremo ad un livello superiore.

Io credo che sia giusto perché tutti noi siamo refrattari al cambiamento che ci destabilizza, ci lascia nel vuoto e la paura blocca ma quando poi un evento esterno stravolge la vita ecco che approdiamo su spiagge ignote ma fertili. Sì, credo proprio che sia giusto perché la sindrome dell’uccellino in gabbia con la porta aperta e la libertà dinnanzi non vissuta sia il perfetto paradigma.

Avevo scritto tempo fa, che questi sono i tempi del rilascio karmico, stiamo, anzi siamo, entrando nel punto zero dove il passato verrà rilasciato e noi ne emergeremo purificati (senza karma da risolvere finalmente).

Ricordate, la separazione del grano dalla pula?, ebbene, avremo un’altra setacciata. Il Setaccio celeste ci porterà a risolvere il karma, ad abbandonare tutto quello che ci trattiene, tutto quello che ci blocca, il vecchio.

Ancora una volta, voglio essere chiara, se queste sono parole aggraziate i fatti non lo saranno. Ci saranno separazioni ho detto e pensate a cosa comporta… da un grande via vai di anime a tagli di cordoni ombelicali. Non vi nascondo, vi preparo, la separazione porterà dolore, paura e dubbio e confusione… ma se credete che tutto ciò che accade, accade per una ragione e voi accettate la separazione e vi fidate di quello che non sapete ma che sapete che accadrà, cioè il vostro bene, riuscirete a fluire. Questa si chiama FEDE, se lo capite passate l’esame altrimenti dovete tornare a studiare.

Questa eclissi riguarderà maggiormente Sagittario – Gemelli –Vergine – Pesci, ma non meno tutti gli altri poiché tutti abbiamo un settore che sarà chiamato in causa (all’appello per l’esame).

Siete pronti a tuffarvi dentro voi stessi? Qui non si può più farne a meno, dovremo guardare in faccia la realtà, vedendo chi siamo noi e cosa ci chiede il condizionamento imposto da altri. Tutto quello che sappiamo ce lo hanno insegnato altri, sicuri di volerlo fare? Sicuri che la “tradizione” sia l’unica strada? Siete felici quando fate quello che vi hanno insegnato a fare?

Tuffatevi, lasciatevi andare al cambiamento, lasciate che l’Universo Intelligente vi accolga e vi porti nel luogo migliore… non resistete al cambiamento!

Solstizio (5)

Ci stiamo avvicinando al 21 giugno, giorno del solstizio d’estate e le energie sono pesanti.

Oggi abbiamo 5 pianeti (uno in realtà è un nodo) retrogradi che continuano il loro processo di smantellamento. Dobbiamo immaginare una squadra di professionisti della demolizione il cui capo (Saturno) va avanti e indietro per controllare i lavori e progettare quelli futuri… in pratica fa dei sopralluoghi. Non basta, il sole oggi (20° in Gemelli) riceve una quadratura netta da Nettuno e Marte nei Pesci (20° e 19°) e già questo mi induce a consigliare vivamente di non distrarsi oggi e nei prossimi giorni (una settimana) soprattutto se guidate o usate macchinari pericolosi.

Ma non voglio spaventare, voglio solo farvi sapere che stiamo vivendo un tempo straordinario, mai visto prima (e parlo della storia della Terra perché altrove è già avvenuto) e che tutti insieme stiamo vivendo una transizione.

La catarsi comporta sempre un processo doloroso e questo sta toccando ciascuno di noi, singolarmente seppur con modalità diverse. Quando incontrerete qualcuno, dopo aver letto queste parole, osservate gli occhi, vedrete specchiata la vostra stessa paura, dolore, bisogno di amore.

Lo troverete magari sepolto da urla, rabbia, superficialità etc., ma sarete sempre un essere umano (essere spirituale in corpo umano) che sta incontrando un altro essere umano ed entrambi state vivendo lo stesso tempo straordinario.

La cosa peggiore di questo periodo resta quella dannata mancanza del libretto d’istruzioni… tutti persi a brancolare nella nebbia di fatti e circostanze incontrollabili, emozioni esplosive e prese di posizione.

Ma sarà vero che siamo persi?

Ma dai!

Ma nemmeno il più accanito dei pessimisti può pensare a se stesso come ad un vaso vuoto…

Guardatevi intorno, trovate un filo d’erba, un fiore, un albero… tutto vi parla di perfezione dell’Universo. La vita è ovunque, la vita è un flusso pulsante continuo che trascina verso la Sorgente. Proprio sul termine “pulsante” mi voglio soffermare.

Nasciamo attraverso le pulsioni, le contrazioni del parto non sono altro che pulsioni che spingono in avanti la vita, che è un fiume. Un fiume che va cavalcato vivendo le esperienze che il viaggio ci regala.

E noi stiamo rinascendo.

Così è che ora mi voglio soffermare sui sintomi che tutto questo comporta.

La rinascita comporta un taglio con quello che era… stiamo rilasciando Karma per essere liberi di scrivere nuove pagine piene di gioia e di amore.

Sta accadendo a tutti noi, a chi in un modo a chi in un altro ma stiamo facendo tutti lo stesso percorso.

Ansia, tachicardia, disturbi del sonno e quello strano svegliarsi ad una certa ora della notte…

Caldo e freddo, pianto, in una altalena di gioia e senso di completezza, tutti composti in una girandola che fa perfino dubitare di sapere chi siamo. Abbiamo molto dolore alle spalle, stiamo facendo i conti con esso e la comprensione si fa strada tra sentimenti diversi, rancore e rabbia, amore e perdono, sicurezza e insicurezza. Ma c’è qualcosa di nuovo, l’Anima ci sta urlando che dobbiamo prenderci cura dei nostri bisogni. Questo può essere devastante perché ci troveremo di fronte a quello che il “mondo” e la “tradizione” vogliono da noi e quello che invece la nostra anima reclama. Sarà un urlo devastante se non la ascolterete, così come non è possibile fermare il parto, altrettanto sarà impossibile non ascoltare la vostra anima che reclama il diritto alla rinascita.

Allineatevi, guardatevi dentro, andate senza paura dentro di voi perché tanto già lo sapete che dovrete andare avanti, che questo è il solo processo di crescita possibile. Voi conoscete i vostri draghi interiori che vi tengono chiusi in un buio ostile, voi conoscete il bisogno di amore e luce che appaga la vostra anima, ora è il momento di agire… riconoscete i draghi, ringraziateli per avervi portato dove ora siete e lasciateli andare.

Ogni sintomo fisico è legato al “lasciar andare”.

Il solstizio e tutto il Cielo composto dai divini indifferenti (pianeti e vari aspetti) ci stanno guidando verso il : LASCIAR ANDARE. Solo la gratitudine e il perdono recideranno la catena che ancora ci lega. E sia ben chiara una cosa! Essere grati significa amore e compassione per se stessi per primi e poi per gli altri mentre il perdono significa distaccarsi. Quindi non fatevi accecare da una tradizione mistificata che vuole fare del perdono un’azione masochista, il perdono è riconoscere ciò che è, comprendere e lasciare indietro.

Amate voi stessi, la vostra anima sta chiedendo di rinascere!!!

Solstizio (6 – fine)

“Il segreto del cambiamento è focalizzare tutta la tua energia, non sulla lotta contro il vecchio, ma sulla costruzione del nuovo “. – Socrate

Eccomi all’ultimo post che precede il Solstizio, per agevolare la comprensione del discorso nella sua interezza nei commenti aggiungo i post precedenti (1 – 5)

Siamo arrivati all’appuntamento carichi del fardello dato dai primi sei mesi dell’anno. Chi legge queste parole è senz’altro un’anima affine e voglio rivolgermi a voi.

Dopo la prima battitura ci siamo già separati dalla pula e ora abbiamo riconosciuto il Tempo dell’Universo, abbiamo davvero capito che sta accadendo una trasformazione. Purtroppo non tutti sono ancora arrivati a capire che stiamo facendo gli esami. Sì, perché stiamo facendo dei test e chi li supera va avanti mentre gli altri torneranno a studiare. Qualcuno ricorderà  che in novembre dicevo che nulla sarebbe stato come prima, ebbene mentre le anime più evolute lo hanno compreso e si stanno allineando con il flusso altre anime meno evolute continuano a ripetere gli stessi modelli. Come accade sulla Terra così accade nell’economia dell’Universo e così ora la Commissione si ritira per deliberare le valutazioni dei test. Ora, va detto, che Lassù tutto è registrato e noi siamo conosciuti e amati con il nostro vero nome, nulla è nascosto, ogni lacrima, ogni sospiro è registrato e conosciuto. E siamo amati per la nostra magnificenza …

La domanda sarà: ci siamo amati? abbiamo lasciato andare il vecchio? abbiamo compreso che tutti siamo Uno? abbiamo rinunciato all’Ego, alla paura, al non darci valore, alla sottomissione? abbiamo anche capito che rabbia, aggressività, prepotenza, soprusi e prevaricazioni non devono essere accettati? abbiamo capito la dignità ed i confini sani dopo le umiliazioni?

Ciascuno avrà la sua domanda, o le passerà in sequenza, quello che importa è passare il test per andare con gioia verso il futuro gettando le basi, piantando i semi di un lungo tempo di pace e gioia.

Sì, questo attende chi passerà l’esame.

Abbiamo appreso la Pazienza, o per meglio dire, la Temperanza che corrisponde al Tempo dell’Universo? Se siete arrivati a leggere fino qui, sì… hahhah  aa haa aaah

Tutto accade per un motivo, lo sappiamo vero?, ebbene i Tempi Cosmici sono simili a monaci Certosini che con cura, amore e pazienza compongono l’Opera. Ricordate la legge base dell’Universo che è Amore? Libero arbitrio. Immaginate ciascuna anima col suo libero arbitrio (e quindi le variabili aperte) che si deve legare con altre anime-libero arbitrio per salire di livello …

Quindi, se pensate che Lassù se ne stiano seduti sulle nuvolette a svolazzare con un sorrisetto beota vi sbagliate di grosso. Ci sono guerrieri pieni di amore e Energia che combattono con noi sempre!

Abbiamo visto molta ingiustizia avanzare, questo è stato il terreno di preparazione a qualcosa che è necessario. Ci sono energie basse ed energie alte, la lotta è aspra ed è in corso, il Buio è contrapposto alla Luce che avanza munifica. La Luce avanza e mette alla luce il buio. Questo è necessario! Dobbiamo vedere quello che è il Male, per rimuoverlo, per andare verso una collettività piena di amore.

Esposizione!, il Male verrà esposto affinché tutti lo vedano, perché le coscienze siano consapevoli e lo estirpino definitivamente.

Sarà molto doloroso vedere quanto eravamo all’oscuro di aberrazioni, di perversioni estreme, di tanto orrore e ci chiederemo come sia stato possibile arrivare a tanto. Poi chi chiederemo il perché di tanto male e la risposta sarà, perché è stato un test necessario da passare per sradicare tutto questo dalle nostre coscienze e non portarlo nel futuro.

Ricordate? L’indignazione sarà il solco che traccerà la linea tra il prima e il dopo e verrà scritta nel DNA.

Se capite che questo è un test, osserverete la successione degli eventi, farete un salto ulteriore in avanti con serenità, sapendo che l’equilibrio risiede nell’osservazione che aiuta a comprendere che la vita è un flusso di esperienze che sempre più ci riportano verso la Fonte.

Chi comprenderà che, tutto quello che sta per accadere ha una funzione di distruzione del Male per andare verso il Bene, camminerà maestosamente, consapevole del cammino fatto.

Ma sono esami, chi non ha passato il primo test si troverà a pagare il Karma e questa volta sarà immediato… Vi faccio un esempio, qualcuno scoprirà di aver avuto un vicino di casa pedofilo, altri scopriranno inganni. Si vedranno gli effetti di azione-reazione, causa-effetto, esattamente dove ciascuno si è collocato. Chi ha ingannato verrà scoperto, le aberrazioni e gli orrori emergeranno, la prevaricazione e l’orgoglio verranno mostrati e così via.

Il processo sarà lento, è iniziato una ventina di anni fa e continuerà per i prossimi venti, solo nel 2040 vedremo gli effetti e il Solstizio di domani segna solo un punto sulla lunga parabola. Siamo al punto zero e ora tocca a noi, dobbiamo credere che ciascuno di noi è una Scintilla divina e che nel futuro porteremo solo la Luce. Delle cose meravigliose che ci attendono parlerò più in là, ora come monaci tibetani, raccoglietevi con sobrietà dentro voi stessi e ascoltate il Solstizio con l’Eclissi e tutti gli allineamenti dei Pianeti retrogradi… ci parlerà di Amore, saprete ascoltare tutto questo?

Sì, se avete capito di essere una Scintilla divina e quando l’onda  si abbatterà siate le solide rocce a cui possano aggrapparsi i naufraghi di Amore.

Pubblicato da Deve Su

Bollettino cosmico per viaggiatori interdimensionali. Avvisi ai naviganti, mappe cosmiche e tanta gioia. Io mi diverto e voi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: