16 apr ’20 Starseeds

Eoni e eoni fa, (per non dire “c’era una volta”) l’Uno generò se stesso scindendosi in scintille. Ciascuna di queste scintille era quindi parte dell’Uno che si distribuì (sacrificandosi – scissione della cellula) generando la Vita. La Vita è ovunque, portatrice di se stessa attraverso la scintilla, in un flusso ininterrotto.

In questa generazione di scintille, l’Uno pose come condizione il libero arbitrio, riconoscendo la dignità (regalità) di ogni scintilla, amata come parte di Sé e non come schiava del suo stesso Generatore.

Ora, questo Uno, dovete immaginarlo come un padre di famiglia che per quanto ami l’esuberanza dei suoi figli non permetterebbe mai che si mettessero in guai seri.

Sulla Terra “i ragazzi” hanno iniziato a esagerare, mettendo a repentaglio la vita sul pianeta Terra che avrebbe creato, a sua volta effetti catastrofici a tutto questo braccio della nostra galassia. La situazione ha richiesto un intervento congiunto e  nonostante il “patto di non interferenza”, l’Uno ha concesso ancora una volta l’ingresso della Luce.

Così è stato che l’appello è stato lanciato e tante anime (scintille) hanno risposto entusiaste offrendosi come volontari portatori di luce, venendo dai luoghi più evoluti e/o antichi della Galassia.

Detto così, sembra un racconto romantico-fantascientifico, ma in realtà si tratta di puro e semplice sacrificio, abnegazione, dedizione in cui la tenerezza dell’amare spinge oltre ogni limite.

Ho detto che vige il patto di non interferenza, così la Luce si è incarnata, in diverse ondate, assumendo su di sé tutte le regole del pianeta Terra.

Un’anima evoluta che sceglie di tornare volontaria ha dovuto indossare un corpo, dimenticare chi è, ricercare la Fonte e riconoscere la propria missione in un pianeta assoggettato alla dualità. (Fate uno sforzo di immaginazione, per chi è in un’altra dimensione non c’è la prigione della materia e rientrare nella gabbia è oltre ogni limite soffocante)

Di solito, queste anime “volontarie”, che per comodità tutti chiamano Semi stellari – Starseeds, hanno vite particolari in termini di durezza e camminano tra gli altri normalmente. Non hanno segni, razza, sesso e colore, non sanno nemmeno di esserlo fino a quando non scocca l’ora in cui devono “entrare in missione”.

Sopra le nostre testoline immerse nei fumi della dualità, un Consiglio superiore ha decretato, poiché esiste il patto di non interferenza, l’invio di Starseeds di diverse caratteristiche in diverse ondate di incarnazione, con il compito di trascinare verso la luce il pianeta Terra. E’ un intervento indiretto ed il patto è rispettato ma è assoluto, nel senso che la decisione ha schierato soldati in ogni luogo, il campo di battaglia è la Terra e il nemico è il male. (Ora dovrei scrivere milioni di parole sul male ma sintetizzo: male è negazione della vita e della libertà)

Ora, dire schierati è piuttosto vago e devo chiedere ancora uno sforzo di immaginazione.

Così come sulla Terra, per poterci muovere in tutte la direzioni (concesse in questa dimensione) abbiamo suddiviso il pianeta in paralleli e meridiani, da altre dimensioni vedremmo (così sotto come sopra) una griglia magnetica.

Per la piena attivazione della griglia sono occorsi un gran numero di “trasformatori” che sono stati collocati sui punti nevralgici di questa griglia.

Al momento opportuno l’Universo (ricordate?, “Se si vuole scoprire il Segreto dell’Universo si deve iniziare a pensare in termini di energia, frequenza e vibrazione.” Nikola Tesla), ha attivato, sta attivando e attiverà, i trasformatori, accendendoli.

Pubblicato da Deve Su

Bollettino cosmico per viaggiatori interdimensionali. Avvisi ai naviganti, mappe cosmiche e tanta gioia. Io mi diverto e voi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: