3 mar ’20 La paura genera incertezza

Solo alcuni segni sono privilegiati e devono confrontarsi con l’incertezza costantemente,  gli altri la incontrano ma spesso la ignorano senza indagarla. Che peccato… l’incertezza è uno dei turbamenti più utili da incontrare per aprire una finestra sul proprio ego.

Guardandola vediamo che l’Ego scompare, lasciandoci liberi di sperimentare una coscienza, la nostra, che si apre ad un momento sconfinato in cui siamo in profondo contatto con noi stessi. In quel momento noi siamo trasformatori, ovvero trasformiamo con la nostra mente il modo in cui vediamo il mondo. Ma c’è di più, nello spazio vuoto noi decidiamo la direzione da prendere, Bene o Male, Luce o Tenebre, Ego o noi,  etc. E’ durante la profonda incertezza che scegliamo di aver fede nell’Universo Intelligente, invocando un dio, rivolgendoci all’Universo ed assumendone le regole. Oppure no, neghiamo. L’incertezza è l’occasione per vedere la nostra nudità, l’essenza, la coscienza, sulle cui basi costruiamo la nostra visione del mondo. Ho detto che tutti diverremo pastori ma solo dopo aver attraversato l’incertezza. O su o giù, o fede in un destino/fato/dio o il buio in cui tutto annega (compresa la conoscenza di se stessi).

Mercurio retrogrado in Pesci ci sta invitando a lasciar andare tutte le ferite, i sensi di colpa, la rabbia e il rancore accumulati, i torti subiti … pensate a tutto in termini di esperienza, guardate con tenerezza questi pesi e rilasciateli, essi sono stati lo strumento per condurci esattamente qui e ora.

La Risonanza Shumann ci sta inondando di onde, in risposta alle onde cosmiche che ci raggiungono, siamo sbattuti, frustati, lanciati in aria e poi fatti cadere… siamo stanchi, stanchi anche delle ondate di rabbia repentine che prendono all’improvviso. Il 10 marzo Mercurio tornerà diretto e almeno su questo fronte avremo sollievo ma attenti perché la sua influenza perdura e si incrementa per tutta la settimana successiva. Durante la retrogradazione non ci è dato reagire ma solo capire, metteremo in atto dopo ciò che abbiamo elaborato. Gli “allegri compari” (Saturno e Plutone) si scioglieranno dal primo abbraccio il 14, torneranno, la danza comprende anche Giove ma lo vedremo in seguito. Solleveremo la testa per respirare, ma state pronti che già la seconda ondata è in arrivo…  quindi, o lasciamo andare ora con le “buone” (si fa per dire) o saremo costretti brutalmente a farlo lo stesso. E’ dura, è dura, è dura… ma tutto avrà un senso e saremo stupiti e innamorati di noi stessi e degli altri e della Vita e dell’Universo Intelligente.

Forza guerrieri, una nuova sfida ci attende e ancora una volta ripeto, che dipende da noi, dal nostro libero arbitro come reagiremo alle energie coinvolte. Il cammino è individuale ma la meta è comune.

Veniamo al dunque: Luna Piena a 19°37’ della Vergine il 9 marzo. Tanto per cominciare è una super Luna (minor distanza dalla Terra, quindi è più grossa) e si pone in dialogo con il gruppo di pianeti in Capricorno. Che dialogo, si chiederà qualcuno e così cerchiamo di immaginarlo …

In Capricorno, luogo del rigore, siedono su una roccia sulla cima della montagna alcune figure. Saturno, serio e responsabile dice che non è più possibile andare avanti senza responsabilità, Plutone, oscuro psicologo e psicopompo risponde che senza cambiamento non è possibile. Saturno annuisce gravemente, sì bisogna rimuovere i rami secchi. Non basta dice plutone, se vuoi una rinascita devi potare a zero. Saturno è pensieroso, è un buon maestro e ama i suoi figli, non vuole il loro male, però Plutone non ha del tutto torto…  Marte si agita sulla roccia, vorrebbe menar le mani, da una parte è trattenuto dal rigore del luogo, dall’altra c’è lo sguardo severo di Saturno che lo ammonisce di tener a bada le intemperanze. Saturno lavora lentamente e saggiamente, Marte si spacca le corna e poi pensa a come ha fatto … Però Marte guarda di sottecchi Plutone, sa che in lui c’è un alleato, Marte teme Plutone perché vede nel buio mentre lui si fa accecare nell’ira. Un poco distante Giove sgranocchia un filo d’erba, dice che potrebbe dare una mano (Giove è sempre esagerato e questo è pericoloso).

Questo è a grandi linee il quadretto che si presenta sulla cima del monte Capricorno ma a giusta distanza (trigono) in una valle verde (Toro) pascolano placidamente Urano (che di placido non ha nemmeno un atomo) e Venere. Quei due insieme fanno scoccar scintille e si salutano col gruppetto del Capricorno, facendo gesti di grande intesa.

La Luna piena, dal canto suo non vuole esser da meno e sorge nel giardino maniacalmente ordinato della Vergine e lo illumina tutto offrendo lo spettacolo a Toro e Capricorno che applaudono.

Prima considerazione, come vedete sono le forze del trigono di terra ad essere coinvolte in pieno (Toro, Vergine, Capricorno)

Non basta, la luna si farà piena opponendosi al Sole e Nettuno nei Pesci (opposizione), quei due sono paragonabili a due sognatori in osteria (nebbia, senso di estraniazione, confusione, ILLUSIONI, fuga dalla realtà, inganno) che pensavano di godersela un po’ e invece la Luna li illumina col bicchiere in mano.

Qualcuno ricorderà Mercurio retrogrado che prende più forza tutta la settimana successiva a quella in cui torna diretto, ebbene il giorno successivo, dall’Acquario  Mercurio ricomincerà portando con sé il pensiero collettivo.

La Luna illuminerà qualche illusione e inganno, sarà meticolosa e ipocondriaca. Se guardiamo il tema della Luna Piena vedremo qualcosa che riguarda le nostre radici, un annuncio  collettivo, una grande prova per l’umanità.  

 La maggior parte delle energie dialogano dai segni di terra, Terra, Gaia, il dialogo è armonioso ma riguarda l’essenza della vita (salute, denaro, potere, spiritualità). Verrà dato un annuncio, (Pandemia?) non sarà quel che sembra e quel che è, non sembra …

E noi? si chiederà qualcuno, intrappolati in tutto questo ingranaggio celeste, che possiamo fare?

Molto direi, soggettivamente. Intanto questa luna ci farà vedere chiaramente cose e situazioni, scoprire altre verità, vedere le cose come stanno senza illusioni. Portare le cose in superficie, non farsi prendere dalle emozioni e lasciar andare sarà il percorso soffice, altrimenti …

Il saggio si rilasserà lasciando che le cose vadano come devono, questa fase lunare ci fornirà un checkpoint spirituale permettendoci di fare un’analisi e di correggere gli errori. Questa è la Luna che precede l’equinozio di primavera, puliamo le erbacce e prepariamo il terreno, presto sarà tempo di semina.

(Vergini, astenetevi dalla critica, lasciate fare alla Luna e godetevi la sua energia che porta al rinnovamento).

Aiutiamo chi non riesce a reggere la pressione, la collaborazione sarà essenziale.

Pubblicato da Deve Su

Bollettino cosmico per viaggiatori interdimensionali. Avvisi ai naviganti, mappe cosmiche e tanta gioia. Io mi diverto e voi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: